Raffica di incidenti in tutto il Biellese

25 Maggio 2010 ore 12:08

(24 mag) Raffica di incidenti stradali in questi due giorni, nessuno per fortuna grave. Tanti i motociclisti coinvolti, complici le prime belle giornate di sole che hanno convinto parecchi biellesi a rispolverare la due ruote. C’è anche chi ha stabilito una sorta di record mettendosi in sella alla propria moto dopo aver alzato parecchio il gomito. E’ il caso di Alessandro L., 25 anni, di Vigliano, che è rimasto coinvolto in un incidente l’altra notte poco prima delle 3 lungo la superstrada Biella-Cossato dove è uscito dalla carreggiata con la sua Guzzi 600. Un automobilista di passaggio ha fatto intervenire i soccorsi. Il giovane è stato portato in ospedale. Dopo le medicazioni (ha per fortuna riportato solo ferite lievi), è stato sottoposto al test con l’etilometro come stabilisce la legge. Il risultato non ha lasciato dubbi. Sono stati riscontrati 1,36 grammi di alcol per litro di sangue, quasi tre volte oltre il limite consentito di 0,50. Il giovane è stato pertanto denunciato per guida in stato di ebbrezza e gli è stata ritirata la patente. (24 mag) Raffica di incidenti stradali in questi due giorni, nessuno per fortuna grave. Tanti i motociclisti coinvolti, complici le prime belle giornate di sole che hanno convinto parecchi biellesi a rispolverare la due ruote. C’è anche chi ha stabilito una sorta di record mettendosi in sella alla propria moto dopo aver alzato parecchio il gomito. E’ il caso di Alessandro L., 25 anni, di Vigliano, che è rimasto coinvolto in un incidente l’altra notte poco prima delle 3 lungo la superstrada Biella-Cossato dove è uscito dalla carreggiata con la sua Guzzi 600. Un automobilista di passaggio ha fatto intervenire i soccorsi. Il giovane è stato portato in ospedale. Dopo le medicazioni (ha per fortuna riportato solo ferite lievi), è stato sottoposto al test con l’etilometro come stabilisce la legge. Il risultato non ha lasciato dubbi. Sono stati riscontrati 1,36 grammi di alcol per litro di sangue, quasi tre volte oltre il limite consentito di 0,50. Il giovane è stato pertanto denunciato per guida in stato di ebbrezza e gli è stata ritirata la patente.
Coinvolte invece tre vetture venerdì a mezzogiorno e mezza a Sostegno, lungo via Circonvallazione, dove si sono tamponate la Matiz condotta da Ivan T., 53 anni, di Crevacuore, la Punto guidata da Ernesto B., 22 anni, di Varallo, e la Golf condotta da Mario G., 45 anni, di Rovasenda. Nessuno dei tre ha riportato ferite gravi. Ha rifiutato il trasporto e le cure da parte dei sanitari del “118”, Davide F., 28 anni, di Cavaglià, che è rimasto ferito in modo lieve dopo essersi scontrato con la sua moto 125 di cilindrata, sabato alle 15 in via Roma, a poca distanza da casa, con la Bmw 530 condotta da Severino T., 19 anni, di Torino.
Sono dovuti intervenire anche i tecnici del gas con i Vigili del fuoco e il “118”, sabato sera alle 20 a Brusnengo, lungo via Giulio Pastore, all’altezza della circonvallazione, dove un’auto coinvolta in un incidente ha tranciato il tubo del gas. Lo scontro è avvenuto tra la Skoda Octavia condotta da Carlo B., 46 anni, di Torino, e la Panda condotta da Andrea B., 19 anni, di Brusnengo. Ferito, in modo lieve, solo il passeggero della Panda, Filippo R., 17 anni, di Borgomanero.
Lo stillicidio di incidenti stradali ha avuto come apice l’investimento di due minori in bicicletta. Il primo è avvenuto sabato notte all’una in via Del Cervo a Candelo dove è stato investito Brahjim B., 17 anni, residente in paese, dalla Fiat Sedici condotta da Guido R., 51 anni, di Biella. Travolto anche una ragazzina in bicicletta sempre sabato, alle 17, in via Biella a Brusnengo, dalla Fiat Palio guidata da Luciano M., 59 anni, di Cossato.
A Soprana, ieri mattina, è rimasto coinvolto in un incidente un motociclista. Per fortuna ha riportato solo qualche ferita di poco conto. In tutti gli incidenti, stanno indagando per ricostruire le diverse dinamiche i carabinieri dei comandi interessati.

24 maggio 2010

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità