Menu
Cerca

Raccolta funghi, serve il bollettino

Raccolta funghi, serve il bollettino
Altro 26 Agosto 2015 ore 17:50

Il periodo della raccolta funghi è ormai prossimo, anche se le scarse piogge di questa torrida estate non annuncerebbero una stagione di raccolta ricca di soddisfazioni per i fungiatt biellesi.
Tuttavia sarà difficile resistere al richiamo di boschi e baragge, dunque occorre mettersi al passo con il nuovo regolamento regionale per la raccolta funghi che non prevede più l'utilizzo di un tesserino con marca da bollo, ma il semplice possesso di un titolo di raccolta, ovvero il versamento di un bollettino postale. 
Chi deve fare il versamento per il titolo regionale alla raccolta funghi?
Chiunque intenda esercitare la raccolta dei funghi epigei spontanei in qualsiasi luogo del territorio regionale, ad eccezione dei minori di anni 14 che siano accompagnati, nel numero massimo di due, da una persona maggiorenne munita di valido titolo per la raccolta. Si segnala che la raccolta di alcune specie di basso pregio commerciale, es. chiodini, prataioli, mazze da tamburo non necessita del possesso del titolo abilitativo. 
Da quale documento è costituito il titolo regionale alla raccolta funghi?
Il titolo regionale  costituito dalla ricevuta di versamento della somma prevista dalla Regione per l'esercizio della raccolta dei funghi nell'anno in corso.
Quanto costa il titolo regionale alla raccolta funghi? 
La Regione Piemonte ha stabilito che il costo sia di 30 euro per il titolo annuale, 10 euro per il titolo settimanale, 5 euro per il titolo giornaliero. 

R.E.B.

Leggi di più sull'Eco di Biella di lunedì 24 agosto 2015

Il periodo della raccolta funghi è ormai prossimo, anche se le scarse piogge di questa torrida estate non annuncerebbero una stagione di raccolta ricca di soddisfazioni per i fungiatt biellesi.
Tuttavia sarà difficile resistere al richiamo di boschi e baragge, dunque occorre mettersi al passo con il nuovo regolamento regionale per la raccolta funghi che non prevede più l'utilizzo di un tesserino con marca da bollo, ma il semplice possesso di un titolo di raccolta, ovvero il versamento di un bollettino postale. 
Chi deve fare il versamento per il titolo regionale alla raccolta funghi?
Chiunque intenda esercitare la raccolta dei funghi epigei spontanei in qualsiasi luogo del territorio regionale, ad eccezione dei minori di anni 14 che siano accompagnati, nel numero massimo di due, da una persona maggiorenne munita di valido titolo per la raccolta. Si segnala che la raccolta di alcune specie di basso pregio commerciale, es. chiodini, prataioli, mazze da tamburo non necessita del possesso del titolo abilitativo. 
Da quale documento è costituito il titolo regionale alla raccolta funghi?
Il titolo regionale  costituito dalla ricevuta di versamento della somma prevista dalla Regione per l'esercizio della raccolta dei funghi nell'anno in corso.
Quanto costa il titolo regionale alla raccolta funghi? 
La Regione Piemonte ha stabilito che il costo sia di 30 euro per il titolo annuale, 10 euro per il titolo settimanale, 5 euro per il titolo giornaliero. 

R.E.B.

Leggi di più sull'Eco di Biella di lunedì 24 agosto 2015