Questionari sul nido

Questionari sul nido
Altro 29 Marzo 2012 ore 14:20

I gruppi consiliari di minoranza  del Partito democratico e “Franzoni insieme” stanno avviando una nuova iniziativa. «Stiamo  organizzando una vera e propria indagine conoscitiva sul tema delle politiche per l’infanzia ed i servizi connessi sul territorio. Viste le recenti intenzioni della giunta, espresse dall’assessore Sonia Borin - spiega il segretario del Partito democratico Marco Barbierato - e cioè la revisione dei criteri per le graduatorie legate all’ammissione al nido per favorire i figli di genitori che lavorano a Cossato, ma non vi risiedono, ci è sembrato giusto approfondire meglio le esigenze dei genitori che usufruiscono, o possono, potenzialmente, usufruire del nido, e di altre politiche per l’infanzia».

Il Pd. «Così, abbiamo prediposto un questionario, in forma anonima, che verrà diffuso ed i cui risultati saranno analizzati e resi pubblici in un’iniziativa da definire. Sarà un’occasione - aggiunge il capo-gruppo Pd Sergio Pelosi -  di toccare con mano l’esperienza, le necessità e le esigenze in quel campo per poi trasformarle in proposte ponderate e ragionate. Per poter accedere ai dati anagrafici di chi ha avuto figli dal 2008 ad oggi (questo è il range scelto per restringere il campo a chi ha usufruito di recente o sta per usufruire di questi servizi), è necessario agire di concerto con l’amministrazione ed avere il consenso dal sindaco per la scrematura, in quanto ai gruppi consiliari è concesso avere solo, a norma di legge, l’accesso all’anagrafe degli elettori».

La Franzoni. «Abbiamo appena inoltrato la richiesta ufficiale al sindaco, all’assessore competente e all’anagrafe, chiedendo, pubblicamente, - fa rilevare il capogruppo di Franzoni insieme Pietro Mazzon - all’amministrazione di collaborare e di consentirci l’accesso agli atti per poter lavorare e poi pubblicare i risultati, che potremo valutare e commentare insieme nel corso di un’iniziativa pubblica».

Il messaggio. «Una risposta negativa - conclude quindi Marco Barbierato - sarebbe poco comprensibile e, visto che, spesso, ci si chiede di essere più collaborativi e propositivi, questa è un’occasione per poter dare concretezza a quell’auspicio lavorando d’intensa con gli operatorii i genitori, il consiglio e l’amministrazione».