Presepe gigante al via a Mosso

Presepe gigante al via a Mosso
Altro 07 Dicembre 2016 ore 12:45

MOSSO - Si riaccende la più suggestiva e imperdibile magia mossese. Apre giovedì 8 dicembre, e resterà visibile fino all’8 gennaio dell’anno nuovo (tutti i giorni dalle 10 alle 22 ad ingresso libero), la 29ª edizione del Presepe Gigante di Marchetto. L’allestimento, collocato nel centro storico di Mosso, è probabilmente il più grande presepe a grandezza naturale d’Italia, già visto da oltre centomila persone. Un evento di tali proporzioni che anche la Rai, altre emittenti televisive e la rete internet vi si stanno dedicando con passione.

Dopo il laboratorio creativo fatto a settembre, il rinnovo del logo e del sito internet www.presepegigantemarchetto.it e la partecipazione ad Assisi con una scena del Presepe per le celebrazioni di San Francesco, da metà ottobre sono iniziati i lavori del nuovo allestimento, con il coinvolgimento dei volontari della Pro Loco di Mosso e delle altre associazioni del paese. Sono ormai duecento le figure che andranno a ripopolare le vie e gli angoli più caratteristici del paese, dalla piazzetta dell'antico mercato a Via Carbonera, mentre la Natività sarà allestita nello spazio esterno del nuovo centro anziani. 

Il percorso di visita, libero e aperto a tutti, dura circa un’ora e rievoca in modo storico, ma allo stesso tempo toccante, la vita povera e umile delle passate generazioni e, immerso nella particolare atmosfera natalizia, rimanda anche alla fede semplice e insieme profonda di un tempo. E’ in pratica un grande museo etnografico all'aperto che ricostruisce ambienti della memoria popolare, utilizzando le scenografie naturali e urbane di Mosso. I visitatori, in particolare nelle ore notturne, vanno a confondersi con i personaggi e il presepe, come per magia, da gigante diventa vivente.

Il taglio del nastro ufficiale è previsto per giovedì alle 16, con la visita inaugurale in compagnia dei Cantori di Camandona diretti dal maestro Mino Julio. Gli organizzatori, intanto, fanno sapere di essere a disposizione per organizzare visite guidate per le scuole: poter organizzare al meglio il flusso degli scolari, che saranno accompagnati da una guida, è possibile telefonare al 334/6142971.

R.E.B.

MOSSO - Si riaccende la più suggestiva e imperdibile magia mossese. Apre giovedì 8 dicembre, e resterà visibile fino all’8 gennaio dell’anno nuovo (tutti i giorni dalle 10 alle 22 ad ingresso libero), la 29ª edizione del Presepe Gigante di Marchetto. L’allestimento, collocato nel centro storico di Mosso, è probabilmente il più grande presepe a grandezza naturale d’Italia, già visto da oltre centomila persone. Un evento di tali proporzioni che anche la Rai, altre emittenti televisive e la rete internet vi si stanno dedicando con passione.

Dopo il laboratorio creativo fatto a settembre, il rinnovo del logo e del sito internet www.presepegigantemarchetto.it e la partecipazione ad Assisi con una scena del Presepe per le celebrazioni di San Francesco, da metà ottobre sono iniziati i lavori del nuovo allestimento, con il coinvolgimento dei volontari della Pro Loco di Mosso e delle altre associazioni del paese. Sono ormai duecento le figure che andranno a ripopolare le vie e gli angoli più caratteristici del paese, dalla piazzetta dell'antico mercato a Via Carbonera, mentre la Natività sarà allestita nello spazio esterno del nuovo centro anziani. 

Il percorso di visita, libero e aperto a tutti, dura circa un’ora e rievoca in modo storico, ma allo stesso tempo toccante, la vita povera e umile delle passate generazioni e, immerso nella particolare atmosfera natalizia, rimanda anche alla fede semplice e insieme profonda di un tempo. E’ in pratica un grande museo etnografico all'aperto che ricostruisce ambienti della memoria popolare, utilizzando le scenografie naturali e urbane di Mosso. I visitatori, in particolare nelle ore notturne, vanno a confondersi con i personaggi e il presepe, come per magia, da gigante diventa vivente.

Il taglio del nastro ufficiale è previsto per giovedì alle 16, con la visita inaugurale in compagnia dei Cantori di Camandona diretti dal maestro Mino Julio. Gli organizzatori, intanto, fanno sapere di essere a disposizione per organizzare visite guidate per le scuole: poter organizzare al meglio il flusso degli scolari, che saranno accompagnati da una guida, è possibile telefonare al 334/6142971.

R.E.B.