Posti auto in vendita

Posti auto in vendita
Altro 10 Aprile 2012 ore 12:01

Il consiglio comunale ha approvato, con la sola astensione del consigliere Stefano Revello (Udc), la proposta di modificare la convenzione fra il Comune e la Bi.Park, che scadrà fra 23 anni, con la quale si dà il consenso che la concessionaria dei parcheggi “blu” venda 41 posti auto “blu” all’interno del silos, realizzato sotto piazza Tempia. In pratica, però, non si tratterebbe di una vendita, ma di una concessione in uso degli stessi fino alla scadenza della convenzione.

«Vorrei raccomandare - ha affermato il capogruppo del Pd Sergio Pelosi - che quei posti non vengano poi intervallati da altri in rotazione». «Sarebbe molto più funzionale - ha, invece, osservato il capogruppo di “Cossato Futura” Marco Abate - se si potesse pagare all’uscita dal silos, come si fa, ad esempio, sotto l’Esselunga di Biella, in base all’effettiva permanenza». «Dovremmo anche chiedere alla Bi.Park - ha aggiunto Pelosi - di modificare i parcometri, che non danno resto e, spesso, non funzionano, in cambio del 41 posti che la stessa cercherà di dare in concessione». «L’operazione porterà dei vantaggi al Comune - ha assicurato il sindaco Claudio Corradino - in quanto andrebbe ad alleggerire il peso del piano finanziario d’ammortamento e, nel caso in cui il Comune dovesse riacquistare i parcheggi blu, la spesa sarebbe minore».

La storia. Nel silos erano stati realizzati 196 posti auto, una ventina dei quali era stata trasformata in box chiusi e venduta a privati. Dei restanti circa 180 stalli blu, in base all’accordo, si potrà ora vendere il diritto d’uso per 41 posti, ma, al momento, sono appena una ventina le manifestazioni di interesse che sono pervenute al Comune. E la Regione, che ha contribuito, per la metà, al finanziamento del silos, pretende che almeno 130 posti auto restino a rotazione, un vincolo che, di fatto, impedisce alla Bi.Park di poter disfarsi  del parcheggio sotterraneo.