Posteggi, lavori bloccati

Posteggi, lavori bloccati
Altro 14 Febbraio 2012 ore 18:41

E’ passato un mese (era la sera del 10 gennaio) da quando si era verificato l’incendio doloso nel parcheggio sotterraneo, posto sotto piazza Tempia ed i lavori di ripristino dell’area non sono ancora iniziati. L’intervento, in base ad un’ordinanza del sindaco Claudio Corradino, avrebbero dovuto incominciare entro 30 giorni dall’incendio ed essere portati a termine entro i 60 giorni successivi.

E’ passato un mese (era la sera del 10 gennaio) da quando si era verificato l’incendio doloso nel parcheggio sotterraneo, posto sotto piazza Tempia ed i lavori di ripristino dell’area non sono ancora iniziati. L’intervento, in base ad un’ordinanza del sindaco Claudio Corradino, avrebbero dovuto incominciare entro 30 giorni dall’incendio ed essere portati a termine entro i 60 giorni successivi.

Il sindaco. «L’autorità giudiziaria ha messo sotto sequestro tutta l’area - spiega il sindaco - e, per questo, la Bi.Park srl. di Milano non ha potuto dare il via ai lavori. Infatti, sono in attesa che l’autorità competente autorizzi, innanzitutto, la rimozione delle 7 auto rimaste danneggiate. Per fortuna, le automobili che non erano state coinvolte e si trovavano all’interno del silos hanno potuto essere portate in superficie e consegnate ai loro legittimi proprietari». In un primo momento, infatti, i lavori di ripristino erano stati avviati, ma poi, quasi subito, sospesi per motivi di sicurezza. «Appena il giudice toglierà il sequestro dell’area, dopo il sopralluogo da parte della ditta assicuratrice, si procederà alla rimozione delle automobili danneggiate - prosegue il “primo cittadino” – e la ditta Bi.Park srl. affiderà ad un’impresa edile di sua fiducia l’esecuzione dei lavori relativa alla bonifica ed alla  sistemazione di tutta l’area interessata dall’incendio».

Abbonati. Frattanto, il sindaco ha preso contatto con la Bi.Park per trovare una soluzione pratica per i circa 50 abbonati al parcheggio sotterraneo, che, per il momento, non possono utilizzare. «Gli abbonati al parcheggio interrato, che pagano 15 euro al mese, - dà notizia il sindaco -  a seguito del protrarsi dell’inagibilità dello stesso, possono continuare a  sostare in superficie esclusivamente nelle seguenti zone blu: nelle vie: Piemonte, Mercato, Trento e Mazzini e nelle piazze Angiono e Perotti. Gli abbonamenti di superficie, che sono quarantacinque, a partire da oggi (venerdì, ndr), e fin quando il parcheggio sotterraneo resterà inagibile, consentiranno, invece, il parcheggio in tutte le zone blu del Comune di Cossato, senza alcuna limitazione. Questi pagano 25 euro al mese».