Poste, campagna pro allattamento

Poste, campagna pro allattamento
Altro 03 Febbraio 2017 ore 16:42

PONDERANO - Trenta manifesti a favore dell’allattamento. Li ha fatti stampare lunedì il sindaco di Ponderano, Elena Chiorino, che li ha poi personalmente distribuiti in altrettanti esercizi commerciali del paese. Sulla scia di quanto successo alle Poste di Biella, Chiorino ha chiesto anche all’ufficio postale di appendere la locandina. Il direttore di filiale ha già chiesto l’autorizzazione alla sede centrale di Roma, che sta valutando di prendere il manifesto come spunto per una campagna di sensibilizzazione.

Sul manifesto compare la foto di un neonato che si nutre dal seno della mamma. Lo slogan «Le mamme che allattano sono le benvenute» è accompagnato dalla frase del pediatra spagnolo Carlos González: «Allattare è un dono, anche se è difficile stabilire chi dà e chi riceve».
«Ho distribuito i manifesti ai commercianti del paese - spiega Chiorino -. Tutti hanno accettato di buon grado di affiggerli nei loro negozi, segno che hanno compreso lo spirito dell’iniziativa. Ho pensato sarebbe stato significativo esporlo anche in Posta, mi sono recata all’ufficio postale e chiesto alla direttrice se era possibile affiggerlo in un  luogo visibile. Si è dimostrata favorevole e ha subito chiesto l’autorizzazione alla direzione centrale di Roma».
«La proposta del sindaco - spiegano dalla direzione regionale di Poste - è stata inviata con urgenza in sede centrale. Il reparto di comunicazione è sommerso di richieste quotidiane, ma sarà nostra premura sollecitare una risposta. E’ stato inoltre ipotizzato di avviare una campagna si sensibilizzazione a livello regionale o nazionale sul tema».

Contento il sindaco Chiorino: «Mi va benissimo - dice soddisfatta - l’obbiettivo non era fare polemica, ma far passare un messaggio importante e se le poste lo faranno proprio sarà ancora meglio». Da quando, due anni e mezzo fa, Elena Chiorino è stata eletta, la sua amministrazione ha sempre portato avanti iniziative legate alla famiglia. «Ci siamo battuti - spiega il sindaco - per l’apertura anticipata dei cancelli delle scuole, affinché i bambini non restassero fuori, abbiamo prorogato il servizio di dopo scuola per fornire supporto ai genitori che lavorano, abbiamo abbassato le tariffe dell’asilo nido e in municipio abbiamo allestito un’area con dei giochi. Ora, se ci sono genitori che arrivano con i bambini, questi possono giocare». E in municipio, a Ponderano, allattare si può: «Abbiamo predisposto una sedia, in modo che le mamme che devono allattare possano farlo con un po’ di privacy».
Shama Ciocchetti

PONDERANO - Trenta manifesti a favore dell’allattamento. Li ha fatti stampare lunedì il sindaco di Ponderano, Elena Chiorino, che li ha poi personalmente distribuiti in altrettanti esercizi commerciali del paese. Sulla scia di quanto successo alle Poste di Biella, Chiorino ha chiesto anche all’ufficio postale di appendere la locandina. Il direttore di filiale ha già chiesto l’autorizzazione alla sede centrale di Roma, che sta valutando di prendere il manifesto come spunto per una campagna di sensibilizzazione.

Sul manifesto compare la foto di un neonato che si nutre dal seno della mamma. Lo slogan «Le mamme che allattano sono le benvenute» è accompagnato dalla frase del pediatra spagnolo Carlos González: «Allattare è un dono, anche se è difficile stabilire chi dà e chi riceve».
«Ho distribuito i manifesti ai commercianti del paese - spiega Chiorino -. Tutti hanno accettato di buon grado di affiggerli nei loro negozi, segno che hanno compreso lo spirito dell’iniziativa. Ho pensato sarebbe stato significativo esporlo anche in Posta, mi sono recata all’ufficio postale e chiesto alla direttrice se era possibile affiggerlo in un  luogo visibile. Si è dimostrata favorevole e ha subito chiesto l’autorizzazione alla direzione centrale di Roma».
«La proposta del sindaco - spiegano dalla direzione regionale di Poste - è stata inviata con urgenza in sede centrale. Il reparto di comunicazione è sommerso di richieste quotidiane, ma sarà nostra premura sollecitare una risposta. E’ stato inoltre ipotizzato di avviare una campagna si sensibilizzazione a livello regionale o nazionale sul tema».

Contento il sindaco Chiorino: «Mi va benissimo - dice soddisfatta - l’obbiettivo non era fare polemica, ma far passare un messaggio importante e se le poste lo faranno proprio sarà ancora meglio». Da quando, due anni e mezzo fa, Elena Chiorino è stata eletta, la sua amministrazione ha sempre portato avanti iniziative legate alla famiglia. «Ci siamo battuti - spiega il sindaco - per l’apertura anticipata dei cancelli delle scuole, affinché i bambini non restassero fuori, abbiamo prorogato il servizio di dopo scuola per fornire supporto ai genitori che lavorano, abbiamo abbassato le tariffe dell’asilo nido e in municipio abbiamo allestito un’area con dei giochi. Ora, se ci sono genitori che arrivano con i bambini, questi possono giocare». E in municipio, a Ponderano, allattare si può: «Abbiamo predisposto una sedia, in modo che le mamme che devono allattare possano farlo con un po’ di privacy».
Shama Ciocchetti