Altro

Nel bordello prostituta brasiliana

Nel bordello prostituta brasiliana
Altro 18 Novembre 2009 ore 20:28

(12 nov) La polizia ha chiuso l’ennesimo mini-bordello, il dodicesimo in città dall’inizio dell’anno. A gestrirlo e a prostituirsi era una brasiliana di 38 anni che esercitava in un appartamento in via Vialardi di Verrone, nel signorile condominio “Santa Monica” (foto). Il contratto di affitto era intestato al fidanzato, Simone G., 27 anni, di Occhieppo Inferiore, che era a conoscenza dell’attività della donna ed è stato pertanto denunciato per favoreggiamento della prostituzione. Sul registro degli indagati, per lo stesso reato, è finito anche il precedente fidanzato della brasiliana, tale Maurizio M., 50 anni, residente a Venezia. (12 nov) La polizia ha chiuso l’ennesimo mini-bordello, il dodicesimo in città dall’inizio dell’anno. A gestrirlo e a prostituirsi era una brasiliana di 38 anni che esercitava in un appartamento in via Vialardi di Verrone, nel signorile condominio “Santa Monica” (foto). Il contratto di affitto era intestato al fidanzato, Simone G., 27 anni, di Occhieppo Inferiore, che era a conoscenza dell’attività della donna ed è stato pertanto denunciato per favoreggiamento della prostituzione. Sul registro degli indagati, per lo stesso reato, è finito anche il precedente fidanzato della brasiliana, tale Maurizio M., 50 anni, residente a Venezia, che dal 2006 al 2008, oltre a continuare ad essere un suo assiduo cliente, aveva preso in affitto per lei altri due appartamenti di Biella.
La segnalazione alla polizia risale al 19 ottobre. Un vicino ha raccontato di uno strano e sospetto via vai di uomini da un appartamento al primo piano del condominio. L’informatore aveva tra l’altro spiegato che l’alloggio era abitato da una donna straniera, verosimilmente sudamericana. La segnalazione è stata così passata alla Squadra mobile che ha cominciato le indagini in quanto la possibilità che si trattasse di una casa d’apputnamenti era tutt’altro che remota. E’ cominciata l’attività di appostamento nei pressi del condominio. In diverse occasioni, la presunta prostituta è stata individuata e pedinata nei suoi vari spostamenti. Un potenziale cliente è stato fermato dagli agenti il 31 ottobre. Appena è arrivato nei pressi del condominio, ha effettuato una breve telefonata con il cellulare, poi è entrato e ne è uscito una ventina di minuti più tardi. Avvicinato dai poliziotti, l’uomo ha ammesso d’avere avuto un rapporto sessuale a pagamento. In un’occasione, la donna era stata vista entrare nella sede di un giornale di annunci. Una volta uscita, erano entrati gli investigatori che avevano chiesto di vedere la pubblicazione. C’era scritto così: “Biella Soraya, sensuale, spagnola, bionda, magra, 25 anni, ti aspetta per momenti insieme...”. Seguiva il numero di un cellulare. Nei giorni scorsi è stata preparata la trappola. Un agente si è finto cliente, è salito nell’appartamento e si è incontato con la brasiliana. Poi ha fatto salire i colleghi.

12 novembre 2009

Seguici sui nostri canali