"Più sostegno agli imprenditori"

"Più sostegno agli imprenditori"
Altro 22 Maggio 2012 ore 13:21

Come potremo riqualificare il nostro territorio? La nostra provincia è una tra le più ricche della penisola, ma questa ricchezza è concentrata nelle mani di pochi potenti imprenditori che non investono più nel mercato biellese, ma investono all’estero.
È proprio la mancanza di fiducia di queste persone nei confronti del nostro territorio a portare il regresso che, sommato alla crisi attuale, “taglia le gambe” a molte famiglie biellesi.

Come potremo riqualificare il nostro territorio? La nostra provincia è una tra le più ricche della penisola, ma questa ricchezza è concentrata nelle mani di pochi potenti imprenditori che non investono più nel mercato biellese, ma investono all’estero.
È proprio la mancanza di fiducia di queste persone nei confronti del nostro territorio a portare il regresso che, sommato alla crisi attuale, “taglia le gambe” a molte famiglie biellesi. E, quindi,  tutto sta nelle loro mani: servono impegno e volontà  per migliorare la vita e il lavoro nella nostra provincia, ma si può fare. Non c’è, infatti, futuro, a Biella, se si continua con la stessa mentalità ovvero gli imprenditori non rischiano il loro patrimonio: i soldi rimangono concentrati nelle mani di un gruppo ristretto di persone. Questo lo si vede dalle statistiche, che collocano il reddito biellese in una buona posizione a livello nazionale, cosa che però non rispecchia la situazione in cui versa il territorio: qui sono poche le persone che guadagnano tanto e il resto della gente fa fatica ad arrivare a fine mese. Quindi, la soluzione migliore e più idonea è reinvestire capitali nella nostra  terra, non per forza nel settore tessile.
Si dovrebbero incentivare gli imprenditori, tutelandoli in qualche modo anche con attività “collettive”: in questa maniera loro non si sentirebbero allo sbaraglio, perché, così facendo, la perdita o il rischio di perdita, sarebbe minore.
Grazie agli investimenti in zona, l’economia biellese riprenderebbe a “girare”, portando vantaggi per tutti: nuove opportunità di guadagno per gli imprenditori e nuovi posti di lavoro.
Luca Marchetto
Jean Pierre Carrasco