Altro

Piste ciclabili, Legambiente diffida il Comune

Piste ciclabili, Legambiente diffida il Comune
Altro 11 Maggio 2016 ore 15:59

BIELLA - Il Circolo Legambiente Tavo Burat di Biella va contro l’amministrazione comunale in merito alla realizzazione delle piste ciclabili in citta?. «Con una nota - dicono dal circolo - lamentiamo la sostanziale stagnazione dei lavori del tavolo di confronto istituito per affrontare i problemi della mobilita? su due ruote. In particolare denunciamo l'inerzia dell'amministrazione a fronte delle ripetute richieste per porre urgente rimedio a tante situazioni di pericolo, in particolare negli attraversamenti delle piste ciclabili, causa l'inidonea segnaletica orizzontale e verticale, sovente in contrasto alle disposizioni dl Codice della Strada (e? stato richiamato un dossier presentato da Legambiente nel settembre 2015)».«Situazioni di pericolo - aggiungono dal Circolo - che si registrano non solo nelle piste ciclabili pre-esistenti ma anche nei nuovi ed ultimi interventi. In questi giorni e? stata data notizia dei primi lavori manutentivi di primavera su strisce e passaggi pedonali. Nessun intervento e? previsto per le piste ciclabili. Stessa sorte nel 2015, nessun intervento manutentivo alle piste ciclabili che, in alcuni casi, sono addirittura scomparse a causa della cancellazione della segnaletica. Con tale approccio interventi come la recente “corsia ciclabile” in via Ivrea, soluzione che questo Circolo non ha mai condiviso, rischiano di essere cancellati nel breve periodo. La scelta della diffida ad adempiere e? stata, purtroppo, l'unica strada con cui porre un rilevante problema di sicurezza all'attenzione dell'Amministrazione che, in casi di incidenti ad intersezioni mal segnalate, e? civilmente e penalmente responsabile».E.P.

BIELLA - Il Circolo Legambiente Tavo Burat di Biella va contro l’amministrazione comunale in merito alla realizzazione delle piste ciclabili in citta?. «Con una nota - dicono dal circolo - lamentiamo la sostanziale stagnazione dei lavori del tavolo di confronto istituito per affrontare i problemi della mobilita? su due ruote. In particolare denunciamo l'inerzia dell'amministrazione a fronte delle ripetute richieste per porre urgente rimedio a tante situazioni di pericolo, in particolare negli attraversamenti delle piste ciclabili, causa l'inidonea segnaletica orizzontale e verticale, sovente in contrasto alle disposizioni dl Codice della Strada (e? stato richiamato un dossier presentato da Legambiente nel settembre 2015)».«Situazioni di pericolo - aggiungono dal Circolo - che si registrano non solo nelle piste ciclabili pre-esistenti ma anche nei nuovi ed ultimi interventi. In questi giorni e? stata data notizia dei primi lavori manutentivi di primavera su strisce e passaggi pedonali. Nessun intervento e? previsto per le piste ciclabili. Stessa sorte nel 2015, nessun intervento manutentivo alle piste ciclabili che, in alcuni casi, sono addirittura scomparse a causa della cancellazione della segnaletica. Con tale approccio interventi come la recente “corsia ciclabile” in via Ivrea, soluzione che questo Circolo non ha mai condiviso, rischiano di essere cancellati nel breve periodo. La scelta della diffida ad adempiere e? stata, purtroppo, l'unica strada con cui porre un rilevante problema di sicurezza all'attenzione dell'Amministrazione che, in casi di incidenti ad intersezioni mal segnalate, e? civilmente e penalmente responsabile».

E.P.