EMERGENZA SANITARIA

Piemonte è zona gialla, ecco che cosa si può fare e cosa no da oggi. Tutti i dettagli

Spostamenti e attività in via di riapertura e non. Qui, le informazioni principali.

Piemonte è zona gialla, ecco che cosa si può fare e cosa no da oggi. Tutti i dettagli
Biella Città, 01 Febbraio 2021 ore 08:45

Il Piemonte è  in zona gialla. Ecco quali sono le regole e le nuove aperture.

Cosa cambia

Da oggi, lunedì 1° febbraio il Piemonte torna a essere zona gialla.

Un passaggio reso possibile anche grazie al calo della pressione ospedaliera e dopo un lungo confronto tra le Regioni e il Governo sui criteri che fanno scattare il passaggio di classificazione.

Ecco le principali indicazioni della zona gialla, riassunte dal Comune di Biella.

Spostamenti

Continua a essere vietato spostarsi in un’altra regione se non per comprovate ragioni di lavoro, salute e necessità. Ma torna a essere libera la circolazione all’interno della propria regione senza limitazioni. Si possono cioè visitare altri Comuni senza problemi.

Coprifuoco

Resta il coprifuoco. E’ in vigore dalle 22 alle 5 se non per comprovate ragioni di lavoro, salute e necessità.

Attività

Ristoranti e bar

Bar e ristoranti saranno aperti dalle 5 fino alle 18 anche se ai tavoli non potranno essere sedute più di quattro persone, a meno che non siano conviventi. L’asporto è consentito fino alle 22 per i ristoranti ma non per i  bar, per i quali continuerà a esistere il limite delle 18 per una norma introdotta dal nuovo Dpcm teso a evitare assembramenti all’esterno. Come per le zone arancioni e rosse non c’è alcuna limitazione per le consegne a domicilio.

Scuole

Sulle scuole superiori il Consiglio dei ministri lascia alle Regioni un margine per  decidere. Al momento il Piemonte non si è espresso quindi per ora restano in vigore le attuali regole: scuola in presenza per elementari e medie, ma alle superiori va in classe solo il 50% degli studenti.

Cosa resta chiuso

La data per la ripartenza dello sci resta invariata: il 15 febbraio. Niente da fare inoltre per piscine, palestre, cinema, teatri e spettacoli dal vivo. Restano ancora chiusi.

Ripartono i Musei

Tornano a riaprire invece mostre e musei, ma solo dal lunedì al venerdì: sabato e domenica tutto chiuso come prevede il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri.