Piazza Duomo, trovato antico cimitero

Piazza Duomo, trovato antico cimitero
Altro 12 Agosto 2015 ore 08:53

BIELLA - Quello che è stato trovato in piazza Duomo, durante i lavori di rifacimento della piazza, non è altro che la conferma di quanto già scoperto dalla Sovrintendenza un paio d’anni fa quando l’allora giunta Gentile, prima di dare il via ai lavori, aveva disposto alcuni interventi per avere conferma di quanto già si sapeva. Già allora la relazione era molto dettagliata. «Significative le novità emerse - si scrisse -. Primo è stato possibile confermare l’esatta posizione dell’antica chiesa di Santo Stefano, demolita alla fine dell’Ottocento. Dal delicato intervento, inoltre, s’è capito che nei prossimi lavori di sistemazione della piazza sarà possibile far tornare alla luce (quanto meno per una mappatura e un’elaborazione) alcune delle parti della facciata anteriore del luogo di culto, di età romanica, potendo inoltre delimitare i confini del cimitero che si trova di fronte ai lati della chiesa. Durante i lavori sono state pure ritrovate antiche tombe a forma di “cassetta laterizia” dentro le quali si sono recuperate delle ossa di defunti dell’epoca. La loro datazione è molto probabilmente risalente al Settecento». Difficilmente, comunque, ciò che è emerso durante gli scavi, andrà a bloccare il cantiere. La Sovrintendenza, già all’epoca delle prime rilevazioni, non aveva giudicato di grande interesse storico i ritrovamenti. Nei prossimi giorni se ne saprà comunque qualcosa di più. 
Enzo Panelli

BIELLA - Quello che è stato trovato in piazza Duomo, durante i lavori di rifacimento della piazza, non è altro che la conferma di quanto già scoperto dalla Sovrintendenza un paio d’anni fa quando l’allora giunta Gentile, prima di dare il via ai lavori, aveva disposto alcuni interventi per avere conferma di quanto già si sapeva. Già allora la relazione era molto dettagliata. «Significative le novità emerse - si scrisse -. Primo è stato possibile confermare l’esatta posizione dell’antica chiesa di Santo Stefano, demolita alla fine dell’Ottocento. Dal delicato intervento, inoltre, s’è capito che nei prossimi lavori di sistemazione della piazza sarà possibile far tornare alla luce (quanto meno per una mappatura e un’elaborazione) alcune delle parti della facciata anteriore del luogo di culto, di età romanica, potendo inoltre delimitare i confini del cimitero che si trova di fronte ai lati della chiesa. Durante i lavori sono state pure ritrovate antiche tombe a forma di “cassetta laterizia” dentro le quali si sono recuperate delle ossa di defunti dell’epoca. La loro datazione è molto probabilmente risalente al Settecento». Difficilmente, comunque, ciò che è emerso durante gli scavi, andrà a bloccare il cantiere. La Sovrintendenza, già all’epoca delle prime rilevazioni, non aveva giudicato di grande interesse storico i ritrovamenti. Nei prossimi giorni se ne saprà comunque qualcosa di più. 
Enzo Panelli