Piazza Duomo, aperto il cantiere

Piazza Duomo, aperto il cantiere
Altro 31 Luglio 2015 ore 08:58

BIELLA - E’ partito ufficialmente mercoledì il cantiere per il rifacimento di piazza Duomo. un intervento che ha generato negli ultimi anni una lunga serie di polemiche, soprattutto perché lo spazio è di proprietà della Diocesi e non del Comune di Biella. Che, comunque, ha intercettato grossi contributi per l’investimento. Anche il cambio di amministrazione, da centrodestra a centrosinistra, non ha bloccato il progetto che ora entra nel vivo. L’intervento, almeno secondo la cartellonistica esposta, dovrebbe essere completato entro la metà di novembre. 

Sarà un’impresa di Milano, la Trivella srl, ad occuparsi dei lavori di rifacimento di piazza Duomo. L’aggiudicazione è avvenuta nei giorni scorsi. Ora che le licenze da parte del Comune sono state consegnate il cantiere ha potuto aprire. Il ribasso a base d’asta che è stato giudicato migliore è stato del 29,295 per cento. Seconda classificata l’impresa costruzioni edili e cavi - Frua cav. Mario spa di Villadossola, in provincia di Verbania, che ha proposto un ribasso del 29,176 per cento. Vista l’assenza di ricorsi l’iter burocratico si è chiuso e l’intervento ha potuto prendere il via. 

Il rifacimento di piazza Duomo è diviso in due lotti: il primo riguarda il sagrato vero e proprio, ovvero il segmento di piazza davanti alla cattedrale di Santo Stefano e vale 900.000 euro, 772.000 euro arrivati grazie a un contributo ministeriale ottenuto partecipando a un bando, 128.000 euro a carico del Comune. Il secondo lotto riguarda la parte Nord della piazza, dalla fontana del Mosé a via Duomo. Costa 1.300.000 euro, 800.000 dei quali a carico della Regione. Insomma, dopo le polemiche ecco il cantiere. E Biella avrà la sua nuova piazza. 

Enzo Panelli

BIELLA - E’ partito ufficialmente mercoledì il cantiere per il rifacimento di piazza Duomo. un intervento che ha generato negli ultimi anni una lunga serie di polemiche, soprattutto perché lo spazio è di proprietà della Diocesi e non del Comune di Biella. Che, comunque, ha intercettato grossi contributi per l’investimento. Anche il cambio di amministrazione, da centrodestra a centrosinistra, non ha bloccato il progetto che ora entra nel vivo. L’intervento, almeno secondo la cartellonistica esposta, dovrebbe essere completato entro la metà di novembre. 

Sarà un’impresa di Milano, la Trivella srl, ad occuparsi dei lavori di rifacimento di piazza Duomo. L’aggiudicazione è avvenuta nei giorni scorsi. Ora che le licenze da parte del Comune sono state consegnate il cantiere ha potuto aprire. Il ribasso a base d’asta che è stato giudicato migliore è stato del 29,295 per cento. Seconda classificata l’impresa costruzioni edili e cavi - Frua cav. Mario spa di Villadossola, in provincia di Verbania, che ha proposto un ribasso del 29,176 per cento. Vista l’assenza di ricorsi l’iter burocratico si è chiuso e l’intervento ha potuto prendere il via. 

Il rifacimento di piazza Duomo è diviso in due lotti: il primo riguarda il sagrato vero e proprio, ovvero il segmento di piazza davanti alla cattedrale di Santo Stefano e vale 900.000 euro, 772.000 euro arrivati grazie a un contributo ministeriale ottenuto partecipando a un bando, 128.000 euro a carico del Comune. Il secondo lotto riguarda la parte Nord della piazza, dalla fontana del Mosé a via Duomo. Costa 1.300.000 euro, 800.000 dei quali a carico della Regione. Insomma, dopo le polemiche ecco il cantiere. E Biella avrà la sua nuova piazza. 

Enzo Panelli