Per i terremotati 135 scatoloni di viveri

Per i terremotati 135 scatoloni di viveri
Altro 01 Settembre 2016 ore 13:06

BIELLA - In appena quattro giorni i volontari del coordinamento provinciale di Protezione civile hanno raccolto così tanti generi di prima necessità da riempire 135 scatoloni. Cibo a lunga conservazione, scatolame, vestiti, articoli per la salute e per la cura della persona che, su specifica richiesta di enti e associazioni, saranno donati alle popolazioni bisognose colpite dal terremoto del Centro Italia. «In caso contrario - spiega Cleto Canova, coordinatore della Protezione civile provinciale - saranno destinati alle famiglie bisognose del Biellese». 120 i volontari impegnati nella raccolta: «Si sono dati veramente da fare - dice Canova - hanno lavorato instancabilmente. Hanno già preparato gli scatoloni suddividendo pasta, riso, scatolame, vestiti, in modo che tutti i prodotti siano già classificati in caso di necessità».

E sono in partenza questa mattina alla volta di Arquata Del Tronto cinque Vigili del fuoco del comando provinciale di Biella, pronti ad offrire il loro aiuto per il recupero degli oggetti personali delle persone sfollate a causa del sisma che la scorsa settimana ha devastato il centro Italia. Intanto, ieri, si è verificata una nuova forte scossa (magnitudo 3.8) con epicentro sui monti Sibillini.

Sempre ieri è stato recuperato dalle squadre dei Vigili del fuoco il corpo della sesta vittima sotto le macerie dell'Hotel Roma ad Amatrice, crollato in seguito al violento terremoto. E’ l'ultima vittima ufficiale. In base agli elenchi degli ospiti, infatti, non dovrebbero esserci altre persone all'interno dell'albergo.

Shama Ciocchetti

Leggi di più sull'Eco di Biella di giovedì 1 settembre 2016

BIELLA - In appena quattro giorni i volontari del coordinamento provinciale di Protezione civile hanno raccolto così tanti generi di prima necessità da riempire 135 scatoloni. Cibo a lunga conservazione, scatolame, vestiti, articoli per la salute e per la cura della persona che, su specifica richiesta di enti e associazioni, saranno donati alle popolazioni bisognose colpite dal terremoto del Centro Italia. «In caso contrario - spiega Cleto Canova, coordinatore della Protezione civile provinciale - saranno destinati alle famiglie bisognose del Biellese». 120 i volontari impegnati nella raccolta: «Si sono dati veramente da fare - dice Canova - hanno lavorato instancabilmente. Hanno già preparato gli scatoloni suddividendo pasta, riso, scatolame, vestiti, in modo che tutti i prodotti siano già classificati in caso di necessità».

E sono in partenza questa mattina alla volta di Arquata Del Tronto cinque Vigili del fuoco del comando provinciale di Biella, pronti ad offrire il loro aiuto per il recupero degli oggetti personali delle persone sfollate a causa del sisma che la scorsa settimana ha devastato il centro Italia. Intanto, ieri, si è verificata una nuova forte scossa (magnitudo 3.8) con epicentro sui monti Sibillini.

Sempre ieri è stato recuperato dalle squadre dei Vigili del fuoco il corpo della sesta vittima sotto le macerie dell'Hotel Roma ad Amatrice, crollato in seguito al violento terremoto. E’ l'ultima vittima ufficiale. In base agli elenchi degli ospiti, infatti, non dovrebbero esserci altre persone all'interno dell'albergo.

Shama Ciocchetti

Leggi di più sull'Eco di Biella di giovedì 1 settembre 2016