Menu
Cerca

Pedemontina, “salvi” gli 80 milioni

Pedemontina, “salvi” gli 80 milioni
Altro 07 Novembre 2015 ore 04:19

Che sia la volta buona? Un passo avanti, seppur non quello decisivo, è stato compiuto. Mercoledì l’assessore regionale ai trasporti Francesco Balocco è stato a Roma per partecipare ad una riunione preparatoria al Cipe, il Comitato interministeriale di programmazione economica, da dove deve passare obbligatoriamente la realizzazione della cosiddetta Pedemontina, ossia il tratto stradale, diviso in due lotti, per collegare Masserano al casello autostradale di Ghemme. Come ormai noto la Regione ha deciso di partire dal collegamento tra Gattinara e Ghemme, che prevede la realizzazione del ponte sul Sesia. 

Non è ancora stata la volta buona, ma per la Pedemontina Masserano-Ghemme finalmente la strada è stata spianata per l’approvazione in Cipe. L’assessore, accompagnato dal senatore Federico Esposito, ha avuto rassicurazioni che gli adempimenti formali richiesti sono stati rispettati, così come le tempistiche previste dal Decreto Sblocca Italia e che, pertanto, il progetto potrà finalmente essere trasmesso, se non al prossimo Cipe, in uno di quelli immediatamente successivi. Nei giorni scorsi il Presidente Chiamparino aveva scritto al Cipe per comunicare che l’assessorato ai trasporti della Regione Piemonte aveva incluso l’opera nell’elenco inviato al Mit contenente l’individuazione delle priorità di intervento in materia di infrastrutture, impegnandosi a reperire, sulla prossima programmazione dei fondi europei 2014/20120, i 120 milioni per il completamento dell’opera sull’intero collegamento Masserano-Ghemme, da aggiungere agli 80 milioni già finanziati con fondi statali (decreto Sblocca Italia) per la realizzazione del tratto Ghemme-Gattinara. «Questa della Pedemontina - ha dichiarato l’assessore Balocco - rischiava di essere l’ennesima beffa a un territorio già penalizzato. Grazie ad uno sforzo comune siamo riusciti a mettere al sicuro il finanziamento da 80 milioni. Non resta ora che aspettare l’approvazione in Cipe, nel frattempo vigileremo».

Enzo Panelli

Che sia la volta buona? Un passo avanti, seppur non quello decisivo, è stato compiuto. Mercoledì l’assessore regionale ai trasporti Francesco Balocco è stato a Roma per partecipare ad una riunione preparatoria al Cipe, il Comitato interministeriale di programmazione economica, da dove deve passare obbligatoriamente la realizzazione della cosiddetta Pedemontina, ossia il tratto stradale, diviso in due lotti, per collegare Masserano al casello autostradale di Ghemme. Come ormai noto la Regione ha deciso di partire dal collegamento tra Gattinara e Ghemme, che prevede la realizzazione del ponte sul Sesia. 

Non è ancora stata la volta buona, ma per la Pedemontina Masserano-Ghemme finalmente la strada è stata spianata per l’approvazione in Cipe. L’assessore, accompagnato dal senatore Federico Esposito, ha avuto rassicurazioni che gli adempimenti formali richiesti sono stati rispettati, così come le tempistiche previste dal Decreto Sblocca Italia e che, pertanto, il progetto potrà finalmente essere trasmesso, se non al prossimo Cipe, in uno di quelli immediatamente successivi. Nei giorni scorsi il Presidente Chiamparino aveva scritto al Cipe per comunicare che l’assessorato ai trasporti della Regione Piemonte aveva incluso l’opera nell’elenco inviato al Mit contenente l’individuazione delle priorità di intervento in materia di infrastrutture, impegnandosi a reperire, sulla prossima programmazione dei fondi europei 2014/20120, i 120 milioni per il completamento dell’opera sull’intero collegamento Masserano-Ghemme, da aggiungere agli 80 milioni già finanziati con fondi statali (decreto Sblocca Italia) per la realizzazione del tratto Ghemme-Gattinara. «Questa della Pedemontina - ha dichiarato l’assessore Balocco - rischiava di essere l’ennesima beffa a un territorio già penalizzato. Grazie ad uno sforzo comune siamo riusciti a mettere al sicuro il finanziamento da 80 milioni. Non resta ora che aspettare l’approvazione in Cipe, nel frattempo vigileremo».

Enzo Panelli