Parcheggio dell’ospedale, tre le offerte

Parcheggio dell’ospedale, tre le offerte
21 Luglio 2017 ore 18:42

BIELLA – Sono tre le offerte pervenute per la gestione del parcheggio del nuovo ospedale di Biella. Il bando, curato dalla Provincia, come stazione appaltante per conto del Comune di Ponderano, è scaduto nella giornata di lunedì e il giorno successivo è partita la verifica dei partecipanti. Si tratta della Gest Park di Albissola, in provincia di Savona, che ha già la gestione della sosta per conto di circa 150 amministrazioni comunali. Poi c’è la Parcheggi Italia spa di Milano che cura il servizio già a Biella del silos di via Dal Pozzo. E infine la Delta Services di Biella, operativa sul mercato da 18 anni che ha in gestione i posti blu in diverse città italiane. Insomma, le offerte non mancano e il rischio che il bando potesse andare deserto è stato scongiurato. Starà ora alla Provincia di Biella, in quanto stazione appaltante, nominare l’apposita commissione che dovrà andare ad esaminare tutte le offerte, sia dal punto di vista economico sia dal punto di vista tecnico. Una procedura che richiederà qualche settimana, tanto che il bando si dovrebbe chiudere con l’assegnazione definitiva tra settembre e ottobre. Fino a quel momento il parcheggio del nuovo ospedale rimarrà gratuito.

 

 

Attorno alla gratuità o meno del parcheggio del nuovo ospedale si sono succedute diverse polemiche, tra contrari e favorevoli. Si era giunti all’ipotesi di imporre un euro al giorno di ticket, con mezzora di franchigia. Per tutti i posti auto, compresi quelli che insistono nel Comune di Biella, circa 200. Proprio questa decisione ha fatto montare nuovamente la polemica. Perché il sindaco Marco Cavicchioli proprio non ci sta a far inserire nel bando quei 200 posti che, secondo il suo pensiero, dovrebbero rimanere gratuiti perché fuori dal territorio del Comune di Ponderano. La sua collega Elena Chiorino, però, fa presente che durante le assemblee dei sindaci, che hanno espresso la linea del pagamento di un euro al giorno, era stato fatto presente che anche i parcheggi di Biella sarebbero rientrati nel bando. Insomma, una querelle infinita su cui il capogruppo del Pd a Palazzo Oropa, Giuseppe Rasolo, promette battaglia. «Non si lucra sulla salute della gente – ha spiegato – e faremo le barricate perché i 200 posti che sono di competenza di Biella restino gratuiti». Una situazione ancora ingarbugliata, quindi, anche se il bando parlava chiaro e comprendeva tutte le aree di parcheggio a servizio del nuovo ospedale. Un cambio delle carte in tavola all’ultimo minuto potrebbe portare dei problemi per l’aggiudicazione dello stesso. Da parte sua l’Asl resta a guardare, avendo ceduto, con una convenzione, le aree del parcheggio al Comune di Ponderano. Non resta che attendere. Intanto la Provincia procederà con la nomina della commissione per valutare le tre offerte pervenute.

Enzo Panelli

BIELLA – Sono tre le offerte pervenute per la gestione del parcheggio del nuovo ospedale di Biella. Il bando, curato dalla Provincia, come stazione appaltante per conto del Comune di Ponderano, è scaduto nella giornata di lunedì e il giorno successivo è partita la verifica dei partecipanti. Si tratta della Gest Park di Albissola, in provincia di Savona, che ha già la gestione della sosta per conto di circa 150 amministrazioni comunali. Poi c’è la Parcheggi Italia spa di Milano che cura il servizio già a Biella del silos di via Dal Pozzo. E infine la Delta Services di Biella, operativa sul mercato da 18 anni che ha in gestione i posti blu in diverse città italiane. Insomma, le offerte non mancano e il rischio che il bando potesse andare deserto è stato scongiurato. Starà ora alla Provincia di Biella, in quanto stazione appaltante, nominare l’apposita commissione che dovrà andare ad esaminare tutte le offerte, sia dal punto di vista economico sia dal punto di vista tecnico. Una procedura che richiederà qualche settimana, tanto che il bando si dovrebbe chiudere con l’assegnazione definitiva tra settembre e ottobre. Fino a quel momento il parcheggio del nuovo ospedale rimarrà gratuito.

 

 

Attorno alla gratuità o meno del parcheggio del nuovo ospedale si sono succedute diverse polemiche, tra contrari e favorevoli. Si era giunti all’ipotesi di imporre un euro al giorno di ticket, con mezzora di franchigia. Per tutti i posti auto, compresi quelli che insistono nel Comune di Biella, circa 200. Proprio questa decisione ha fatto montare nuovamente la polemica. Perché il sindaco Marco Cavicchioli proprio non ci sta a far inserire nel bando quei 200 posti che, secondo il suo pensiero, dovrebbero rimanere gratuiti perché fuori dal territorio del Comune di Ponderano. La sua collega Elena Chiorino, però, fa presente che durante le assemblee dei sindaci, che hanno espresso la linea del pagamento di un euro al giorno, era stato fatto presente che anche i parcheggi di Biella sarebbero rientrati nel bando. Insomma, una querelle infinita su cui il capogruppo del Pd a Palazzo Oropa, Giuseppe Rasolo, promette battaglia. «Non si lucra sulla salute della gente – ha spiegato – e faremo le barricate perché i 200 posti che sono di competenza di Biella restino gratuiti». Una situazione ancora ingarbugliata, quindi, anche se il bando parlava chiaro e comprendeva tutte le aree di parcheggio a servizio del nuovo ospedale. Un cambio delle carte in tavola all’ultimo minuto potrebbe portare dei problemi per l’aggiudicazione dello stesso. Da parte sua l’Asl resta a guardare, avendo ceduto, con una convenzione, le aree del parcheggio al Comune di Ponderano. Non resta che attendere. Intanto la Provincia procederà con la nomina della commissione per valutare le tre offerte pervenute.

Enzo Panelli

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità