Altro

«Parcheggi ospedale gratis le prime due ore»

«Parcheggi ospedale gratis le prime due ore»
Altro Grande Biella, 25 Luglio 2015 ore 02:31

BIOGLIO - Nessuna questione di «facile populismo o demagogia». Il sindaco Stefano Ceffa è chiaro: qui, semmai, «si cerca di ricavare ulteriori spazi per un approfondimento ulteriore, sapendo e auspicando di trovare interlocutori attenti». Insomma, c’è una reale e concreta volontà di dialogo e confronto, nella speranza di trovare apertura dalla controparte, dietro la delibera che - riprendendo quanto già fatto dall’amministrazione di Tollegno - il consiglio comunale ha approvato nei giorni scorsi sul tema dei parcheggi del nuovo ospedale di Ponderano. Un documento che, con undici voti favorevoli e nessun contrario né astenuto, ha di fatto impegnato il sindaco a dar voce ad alcune istanze: «La necessità, in ogni caso, che l’eventuale istituzione di parcheggi a pagamento tenga in considerazione la necessità di conservare un congruo e cospicuo numero di parcheggi liberi», «la necessità di prevedere, in ogni caso, modalità e forme di tariffazione che tutelino in primo luogo l’utenza del servizio essenziale», «la necessità che la previsione di introiti della gestione di parcheggi a pagamento serva esclusivamente a coprire il costo della gestione dell’area» e «la necessità di prevedere che almeno le prime due ore di parcheggio siano gratuite per consentire l’espletamento delle incombenze presso l’Ospedale».

Materia scaldata ormai da tempo da dibattiti e posizioni contrapposte che sembravano però sopite con l’istituzione di un’apposita commissione finalizzata a risolvere la querelle, il confronto sul parcheggio del “Degli Infermi” continua in realtà ad accendere gli animi delle amministrazioni comunali. Dopo Bioglio, infatti, arriverà presto un’analoga delibera da parte del Comune di Quaregna, il cui sindaco Katia Giordani ha già affermato di voler proporre alternative al pagamento tout cour, quali accordi pubblicitari per l’area o intese specifiche con le società partecipate. 

Proposte. «L’idea non è di rompere le scatole, ma di dare degli spunti, offrire soluzioni, visto che alcuni incontri, nel loro essere brevi e con mille cose da affrontare, rischiano a ridursi a dei riti - spiega Stefano Ceffa -. Non vogliamo partecipare a liturgie laiche, ma concorrere a maturare decisioni sostenibili». Sulla scia di questo la delibera impegna ancora il sindaco a segnalare agli altri Comuni quanto stabilito dalla sua amministrazione. Un passaggio che potrebbe essere seguito, cosa che pare probabile, dall’approvazione di delibere analoghe anche in altri paesi del territorio.

Veronica Balocco

BIOGLIO - Nessuna questione di «facile populismo o demagogia». Il sindaco Stefano Ceffa è chiaro: qui, semmai, «si cerca di ricavare ulteriori spazi per un approfondimento ulteriore, sapendo e auspicando di trovare interlocutori attenti». Insomma, c’è una reale e concreta volontà di dialogo e confronto, nella speranza di trovare apertura dalla controparte, dietro la delibera che - riprendendo quanto già fatto dall’amministrazione di Tollegno - il consiglio comunale ha approvato nei giorni scorsi sul tema dei parcheggi del nuovo ospedale di Ponderano. Un documento che, con undici voti favorevoli e nessun contrario né astenuto, ha di fatto impegnato il sindaco a dar voce ad alcune istanze: «La necessità, in ogni caso, che l’eventuale istituzione di parcheggi a pagamento tenga in considerazione la necessità di conservare un congruo e cospicuo numero di parcheggi liberi», «la necessità di prevedere, in ogni caso, modalità e forme di tariffazione che tutelino in primo luogo l’utenza del servizio essenziale», «la necessità che la previsione di introiti della gestione di parcheggi a pagamento serva esclusivamente a coprire il costo della gestione dell’area» e «la necessità di prevedere che almeno le prime due ore di parcheggio siano gratuite per consentire l’espletamento delle incombenze presso l’Ospedale».

Materia scaldata ormai da tempo da dibattiti e posizioni contrapposte che sembravano però sopite con l’istituzione di un’apposita commissione finalizzata a risolvere la querelle, il confronto sul parcheggio del “Degli Infermi” continua in realtà ad accendere gli animi delle amministrazioni comunali. Dopo Bioglio, infatti, arriverà presto un’analoga delibera da parte del Comune di Quaregna, il cui sindaco Katia Giordani ha già affermato di voler proporre alternative al pagamento tout cour, quali accordi pubblicitari per l’area o intese specifiche con le società partecipate. 

Proposte. «L’idea non è di rompere le scatole, ma di dare degli spunti, offrire soluzioni, visto che alcuni incontri, nel loro essere brevi e con mille cose da affrontare, rischiano a ridursi a dei riti - spiega Stefano Ceffa -. Non vogliamo partecipare a liturgie laiche, ma concorrere a maturare decisioni sostenibili». Sulla scia di questo la delibera impegna ancora il sindaco a segnalare agli altri Comuni quanto stabilito dalla sua amministrazione. Un passaggio che potrebbe essere seguito, cosa che pare probabile, dall’approvazione di delibere analoghe anche in altri paesi del territorio.

Veronica Balocco

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter