Parcheggi blu Biella è la più cara

Altro 08 Gennaio 2012 ore 13:16

(8 gen) Non bastavano gli aumenti della benzina, delle assicurazioni e dei pedaggi autostradali. Da martedì scorso gli automobilisti devono convivere con un nuovo rincaro, decisamente pesante. Parcheggiare in città a Biella, infatti, costerà qualcosa come 1,2 euro all’ora, ossia un più 20 per cento rispetto al 2011. Mentre i canonici 50 centesimi, che fino al 31 dicembre scorso davano modo di lasciare l’auto in sosta per mezzora, ora basteranno per appena 25 minuti. Cifre che, paragonate alle città vicine alla nostra, ci elevano come quella più cara. A Vercelli, Novara e Verbania, infatti, lasciare l’auto in centro costa un euro all’ora, mentre a Ivrea si scende a 85 centesimi. Non bastavano gli aumenti della benzina, delle assicurazioni e dei pedaggi autostradali. Da martedì scorso gli automobilisti devono convivere con un nuovo rincaro, decisamente pesante. Parcheggiare in città a Biella, infatti, costerà qualcosa come 1,2 euro all’ora, ossia un più 20 per cento rispetto al 2011. Mentre i canonici 50 centesimi, che fino al 31 dicembre scorso davano modo di lasciare l’auto in sosta per mezzora, ora basteranno per appena 25 minuti. Cifre che, paragonate alle città vicine alla nostra, ci elevano come quella più cara. A Vercelli, Novara e Verbania, infatti, lasciare l’auto in centro costa un euro all’ora, mentre a Ivrea si scende a 85 centesimi.

L’adeguamento. Secondo il neo assessore alla viabilità Andrea Gibello «l’aumento è stabilito da base contrattuale con Bipark, la società che gestisce gli stalli blu». Adeguamento contrattuale firmato già dalla precedente amministrazione e mai applicato fino allo scorso 2 di gennaio. Una stangata, se sommata a quella della manovra Monti, che andrà a ricadere sugli automobilisti.

A chi vanno i soldi? Il contratto tra la Bipark e il Comune di Biella è stato rivisto nel marzo scorso dopo una lunga trattativa iniziata quando l’amministrazione aveva deciso di cancellare i parcheggi a pagamento a Oropa. Allungamento della convenzione di due anni, fino al 2038, e revisione delle percentuali di spartizione legate ai parchimetri. Alla Bipark finiscono in tasca il 51,5 per cento dei proventi, al Comune di Biella il 48,5. Su 1,20 euro orari, dunque, la società gestrice incassa 624 centesimi, l’amministrazione 576.

Abbonamenti. Contestualmente sono cresciuti anche gli abbonamenti che passano da 21 euro a 24,5, mentre quelli diurni nei silos crescono da 50 a 59 euro.

Tariffa puntuale. L’assessore Gibello ha intenzione di chiedere a Bipark l’utilizzo di particolari strumenti per far pagare agli automobilisti il reale periodo di sosta. «L’idea è già applicata in diverse città - sottolinea Gibello - e cercheremo di portarla avanti anche noi. Attraverso dei particolari rilevatori gli automobilisti spenderanno in base al periodo di sosta. Naturalmente l’introduzione di questo nuovo meccanismo dovrà essere contrattato con Bipark, ma noi ci puntiamo molto».
Enzo Panelli
panelli@primabiella.it

8 gennaio 2012