Palazzo di giustizia invaso dagli scatoloni

Palazzo di giustizia invaso dagli scatoloni
Altro 25 Giugno 2015 ore 13:07

BIELLA - Scatoloni colmi di verbali, di liste elettorali e di aventi diritto al voto ammucchiati lungo i corridoi, al primo e al secondo piano. Altri scatoloni, con un dito di polvere sopra, testimone del tempo immemore trascorso da quando quelle scatole di cartone sono state posate in quel luogo, quasi a far parte dell’arredamento, impilati nel cortiletto interno. Si tratta dell’ennesimo monumento al degrado e al cattivo gusto, stavolta realizzato a Palazzo di giustizia, a ridosso delle due aule delle udienze più frequentate, in uno dei luoghi dove tutto sembra cadere a pezzi nonostante l’impegno di chi ci lavora e ogni giorno cerca di fare in modo che la macchina possa comunque funzionare. E’ un esempio di disprezzo per la sicurezza non solo dell’immobile, ma soprattutto dei lavoratori. Sono decine e decine di scatole, alcune addirittura in bilico e pronte a cadere addosso al malcapitato di turno, contenenti verbali e quant’altro di tutti i seggi provinciali delle elezioni regionali del 25 maggio dell’anno scorso. 

Valter Caneparo

Leggi di più sull’Eco di Biella di giovedì 25 giugno 2015

BIELLA - Scatoloni colmi di verbali, di liste elettorali e di aventi diritto al voto ammucchiati lungo i corridoi, al primo e al secondo piano. Altri scatoloni, con un dito di polvere sopra, testimone del tempo immemore trascorso da quando quelle scatole di cartone sono state posate in quel luogo, quasi a far parte dell’arredamento, impilati nel cortiletto interno. Si tratta dell’ennesimo monumento al degrado e al cattivo gusto, stavolta realizzato a Palazzo di giustizia, a ridosso delle due aule delle udienze più frequentate, in uno dei luoghi dove tutto sembra cadere a pezzi nonostante l’impegno di chi ci lavora e ogni giorno cerca di fare in modo che la macchina possa comunque funzionare. E’ un esempio di disprezzo per la sicurezza non solo dell’immobile, ma soprattutto dei lavoratori. Sono decine e decine di scatole, alcune addirittura in bilico e pronte a cadere addosso al malcapitato di turno, contenenti verbali e quant’altro di tutti i seggi provinciali delle elezioni regionali del 25 maggio dell’anno scorso. 

Valter Caneparo

Leggi di più sull’Eco di Biella di giovedì 25 giugno 2015