Palazzo Cisterna è in vendita

Palazzo Cisterna è in vendita
Altro 19 Aprile 2016 ore 15:38

BIELLA - Non c’è solo l’ospedale di Biella, di proprietà dell’Asl Bi, e quindi, di rimando, della Regione, ad essere di proprietà del Piemonte. Vi sono infatti altri due edifici storici presenti a Biella che rientrano nel patrimonio regionale che finirà sul mercato. Si tratta di Palazzo Cisterna e dell’ex Macello di via Ivrea. 
Palazzo Cisterna era passato nelle mani della Regione dopo uno “scambio” con l’ex palestra Curiel dove il Comune ha realizzato la nuova biblioteca. L’idea dell’amministrazione regionale era quello di recuperare uno degli storici palazzi del Piazzo per trasferirvi gli uffici regionali. Progetto che, però, non è mai decollato e ora che gli uffici hanno trovato spazio nei locali della Provincia di Biella, la Regione non ha più nessuna intenzione di mantenere la proprietà di Palazzo Cisterna. Proprio per questo motivo l’ufficio patrimonio ha scritto al Comune, chiedendo che venga portata avanti una variante urbanistica con il cambio di destinazione d’uso dello stabile. «Si tratta - sottolinea il vicesindaco e assessore all’urbanistica Diego Presa - di una richiesta che abbiamo condiviso e votato in giunta. La richiesta nasce per rendere maggiormente appetibile lo stabile da mettere sul mercato». Lo stesso discorso vale anche per i locali dell’ex macello di via Ivrea. Anche in questo caso è stata chiesta una variante urbanistica. L’ex macello, dunque, insieme a Palazzo Cisterna finirà a breve sul mercato immobiliare. 
E.P. 

BIELLA - Non c’è solo l’ospedale di Biella, di proprietà dell’Asl Bi, e quindi, di rimando, della Regione, ad essere di proprietà del Piemonte. Vi sono infatti altri due edifici storici presenti a Biella che rientrano nel patrimonio regionale che finirà sul mercato. Si tratta di Palazzo Cisterna e dell’ex Macello di via Ivrea. 
Palazzo Cisterna era passato nelle mani della Regione dopo uno “scambio” con l’ex palestra Curiel dove il Comune ha realizzato la nuova biblioteca. L’idea dell’amministrazione regionale era quello di recuperare uno degli storici palazzi del Piazzo per trasferirvi gli uffici regionali. Progetto che, però, non è mai decollato e ora che gli uffici hanno trovato spazio nei locali della Provincia di Biella, la Regione non ha più nessuna intenzione di mantenere la proprietà di Palazzo Cisterna. Proprio per questo motivo l’ufficio patrimonio ha scritto al Comune, chiedendo che venga portata avanti una variante urbanistica con il cambio di destinazione d’uso dello stabile. «Si tratta - sottolinea il vicesindaco e assessore all’urbanistica Diego Presa - di una richiesta che abbiamo condiviso e votato in giunta. La richiesta nasce per rendere maggiormente appetibile lo stabile da mettere sul mercato». Lo stesso discorso vale anche per i locali dell’ex macello di via Ivrea. Anche in questo caso è stata chiesta una variante urbanistica. L’ex macello, dunque, insieme a Palazzo Cisterna finirà a breve sul mercato immobiliare. 
E.P.