Menu
Cerca

Ottobre mese record per la differenziata a Biella

Ottobre mese record per la differenziata a Biella
Altro 21 Novembre 2015 ore 07:40

BIELLA – A ottobre la raccolta differenziata in città ha raggiunto un altro traguardo record, sfondando il muro del 58% per la seconda volta consecutiva dopo la performance del mese precedente: la quota di rifiuti riciclati è arrivata al 58,84%, una cifra mai raggiunta prima in un singolo mese a Biella, dopo il 58,38% di settembre. Ottobre è anche il primo mese in cui i rifiuti riciclati hanno superato il milione di chili.

Se si somma il 5 per cento circa dei cosiddetti assimilati, ovvero dei rifiuti smaltiti in proprio da attività artigianali, commerciali e terziarie, l'obiettivo del 65% è stato quasi centrato, a poche settimane dalla partenza della raccolta puntuale, che dal 1 gennaio cambierà per i cittadini le abitudini e il modo di pagare la tariffa e che, secondo le stime, dovrebbe consentire un ulteriore balzo verso l'alto della quota di rifiuti non portati in discarica.

«Nei prossimi giorni - spiega l'assessore all'ambiente Diego Presa - sarà spedito a tutte le famiglie e alle utenze non domestiche un vademecum pieghevole con le novità da tenere a mente, come i tempi della raccolta della frazione indifferenziata e il modo in cui sarà calcolata e pesata per stabilire la parte variabile della tariffa».

E.P.

 

Leggi di più sull’Eco di Biella di sabato 21 novembre 2015 

BIELLA – A ottobre la raccolta differenziata in città ha raggiunto un altro traguardo record, sfondando il muro del 58% per la seconda volta consecutiva dopo la performance del mese precedente: la quota di rifiuti riciclati è arrivata al 58,84%, una cifra mai raggiunta prima in un singolo mese a Biella, dopo il 58,38% di settembre. Ottobre è anche il primo mese in cui i rifiuti riciclati hanno superato il milione di chili.

Se si somma il 5 per cento circa dei cosiddetti assimilati, ovvero dei rifiuti smaltiti in proprio da attività artigianali, commerciali e terziarie, l'obiettivo del 65% è stato quasi centrato, a poche settimane dalla partenza della raccolta puntuale, che dal 1 gennaio cambierà per i cittadini le abitudini e il modo di pagare la tariffa e che, secondo le stime, dovrebbe consentire un ulteriore balzo verso l'alto della quota di rifiuti non portati in discarica.

«Nei prossimi giorni - spiega l'assessore all'ambiente Diego Presa - sarà spedito a tutte le famiglie e alle utenze non domestiche un vademecum pieghevole con le novità da tenere a mente, come i tempi della raccolta della frazione indifferenziata e il modo in cui sarà calcolata e pesata per stabilire la parte variabile della tariffa».

E.P.

 

Leggi di più sull’Eco di Biella di sabato 21 novembre 2015