Altro

Organico porta a porta in tre Comuni

Organico porta a porta in tre Comuni
Altro Grande Biella, 19 Settembre 2015 ore 13:55

«E’ la prima volta che nel Biellese un nuovo servizio, in questo caso la raccolta domiciliare, viene introdotto in contemporanea in tre Comuni». Così l’amministratore delegato di Seab Silvio Belletti introduce l’ultima sfida accettata dalla società partecipata, che a ottobre  migliorerà ulteriormente la raccolta differenziata a Pray, Castelletto Cervo e Camburzano.

«Tutte e tre le amministrazioni hanno deciso di introdurre la raccolta dell’organico, che è decisiva per raggiungere quote significative di differenziata, un passo che molti altri paesi della provincia hanno già compiuto e altri otto sono pronti a intraprendere nei prossimi mesi - aggiunge Belletti -. L’ennesima dimostrazione del buon lavoro svolto in questi anni, che ha portato la raccolta domiciliare a coprire la maggior parte del territorio. Lo step successivo riguarda proprio l’organico,  un passaggio propedeutico a una possibile futura tariffa puntuale». Entusiasta del novo servizio il vicesindaco di Pray Gianfranco Mencattini: «Ci proponiamo così di fare da apripista in tutta la Valsessera. Inizialmente saremmo voluti partire con tutti gli altri Comuni, poi eravamo così convinti della bontà di questa soluzione che non abbiamo voluto aspettare». Sulle modalità scelte si rileva anche una grande attenzione al compostaggio domestico. «Che cercheremo di spingere, anche garantendo uno sconto del 15% sulla parte variabile della tariffa. In questi giorni abbiamo potuto verificare l’attenzione dei cittadini verso la differenziata il che ci garantisce la riuscita dell’iniziativa, anche grazie all’impegno di Seab che ci fornisce un servizio ottimale». Per Castelletto Cervo il nuovo servizio (che prenderà il via il 24 ottobre) è anche l’occasione di completare la domiciliarizzazione della raccolta. «Che riguardava fino a ora soltanto metà paese – spiega il sindaco Renzo Selva -, potremo così togliere i bidoni a bordo strada, che essendo Castelletto attraversato da due strade provinciali portano molti a gettarvi i rifiuti anche se arrivano da altre zone. Da tempo volevamo poi migliorare il livello del servizio e della differenziata, questa è l’occasione ideale». Stesso obiettivo per  il sindaco di Camburzano Elena Pesole. «Ne parlavamo da tempo con Seab che è riuscita a fornirci una soluzione che ci soddisfa e che completa il nostro servizio di differenziata».

«E’ la prima volta che nel Biellese un nuovo servizio, in questo caso la raccolta domiciliare, viene introdotto in contemporanea in tre Comuni». Così l’amministratore delegato di Seab Silvio Belletti introduce l’ultima sfida accettata dalla società partecipata, che a ottobre  migliorerà ulteriormente la raccolta differenziata a Pray, Castelletto Cervo e Camburzano.

«Tutte e tre le amministrazioni hanno deciso di introdurre la raccolta dell’organico, che è decisiva per raggiungere quote significative di differenziata, un passo che molti altri paesi della provincia hanno già compiuto e altri otto sono pronti a intraprendere nei prossimi mesi - aggiunge Belletti -. L’ennesima dimostrazione del buon lavoro svolto in questi anni, che ha portato la raccolta domiciliare a coprire la maggior parte del territorio. Lo step successivo riguarda proprio l’organico,  un passaggio propedeutico a una possibile futura tariffa puntuale». Entusiasta del novo servizio il vicesindaco di Pray Gianfranco Mencattini: «Ci proponiamo così di fare da apripista in tutta la Valsessera. Inizialmente saremmo voluti partire con tutti gli altri Comuni, poi eravamo così convinti della bontà di questa soluzione che non abbiamo voluto aspettare». Sulle modalità scelte si rileva anche una grande attenzione al compostaggio domestico. «Che cercheremo di spingere, anche garantendo uno sconto del 15% sulla parte variabile della tariffa. In questi giorni abbiamo potuto verificare l’attenzione dei cittadini verso la differenziata il che ci garantisce la riuscita dell’iniziativa, anche grazie all’impegno di Seab che ci fornisce un servizio ottimale». Per Castelletto Cervo il nuovo servizio (che prenderà il via il 24 ottobre) è anche l’occasione di completare la domiciliarizzazione della raccolta. «Che riguardava fino a ora soltanto metà paese – spiega il sindaco Renzo Selva -, potremo così togliere i bidoni a bordo strada, che essendo Castelletto attraversato da due strade provinciali portano molti a gettarvi i rifiuti anche se arrivano da altre zone. Da tempo volevamo poi migliorare il livello del servizio e della differenziata, questa è l’occasione ideale». Stesso obiettivo per  il sindaco di Camburzano Elena Pesole. «Ne parlavamo da tempo con Seab che è riuscita a fornirci una soluzione che ci soddisfa e che completa il nostro servizio di differenziata».

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter