Oncologia, il dirigente dell’Asl Bi Mario Alberto Clerico nominato presidente

Oncologia, il dirigente dell’Asl Bi Mario Alberto Clerico nominato presidente
Altro 12 Maggio 2017 ore 19:35

Mario Alberto Clerico, nato a Ivrea nel 1955, attuale direttore del dipartimento di oncologia dell’Asl Bi, è stato eletto nuovo presidente al termine del ventunesimo convegno nazionale di Cipomo (Collegio italiano dei primari oncologi medici ospedalieri). Clerico, fondatore dell’oncologia di Biella, conosciuta in Italia per la sua attenzione ai bisogni di cura degli assistiti, succede a Maurizio Tomirotti e commenta così la sua elezione: «Sono molto onorato di essere stato nominato presidente del Cipomo ma anche un po’ preoccupato dai tanti problemi che il nostro collegio sta affrontando in questo momento di grandi cambiamenti. Mi rassicura sapere che siamo un numero relativamente piccolo: 250 direttori di Oncologie da tutta Italia, che si conoscono e si sentono un po’ amici».

«Nei prossimi mesi ci troveremo davanti a un percorso irto di difficoltà, caratterizzato dai rapidi cambiamenti della medicina moderna - aggiunge Clerico - e, nel contempo, dal progresso della scienza. Anche il nostro Sistema sanitario cambia, cercando faticosamente di adattarsi ai mille problemi che deve affrontare: il progresso scientifico, le limitate disponibilità economiche, l’invecchiamento della popolazione, il lento ricambio generazionale degli operatori, i nuovi immigrati, la complessità delle richieste d’assistenza, per non parlare degli sprechi, le inappropriatezze, gli abusi, la corruzione».

«Credo  - conclude l’oncologo - che il Cipomo debba proseguire sulla strada già intrapresa, cercando di dare il suo contributo per governare il cambiamento». Mario Alberto Clerico rimarrà in carica come da statuto per i prossimi due anni, fino a maggio 2019. 

«L'elezione del professor Mario Alberto Clerico a presidente dei primari Oncologi medici ospedalieri italiani deve rendere fiero il Piemonte per la qualità, umana e professionale, della classe medica che sa esprimere in Italia e nel mondo». A sostenerlo il capogruppo di Forza Italia in Regione Piemonte, Gilberto Pichetto. Conclude l'esponente regionale: «Sono soddisfatto che sia stato eletto alla guida del Cipomo una personalità quale il professor Clerico che ha ben operato  quale direttore del Dipartimento di oncologia di Biella. Questo ruolo è un motivo di prestigio anche per il nostro nosocomio a Biella.  Gli faccio il mio in bocca al lupo affinché riesca a gestire i cambiamenti nazionali della sanità oncologica così come ha fatto già nel nostro territorio».

E.P.

Mario Alberto Clerico, nato a Ivrea nel 1955, attuale direttore del dipartimento di oncologia dell’Asl Bi, è stato eletto nuovo presidente al termine del ventunesimo convegno nazionale di Cipomo (Collegio italiano dei primari oncologi medici ospedalieri). Clerico, fondatore dell’oncologia di Biella, conosciuta in Italia per la sua attenzione ai bisogni di cura degli assistiti, succede a Maurizio Tomirotti e commenta così la sua elezione: «Sono molto onorato di essere stato nominato presidente del Cipomo ma anche un po’ preoccupato dai tanti problemi che il nostro collegio sta affrontando in questo momento di grandi cambiamenti. Mi rassicura sapere che siamo un numero relativamente piccolo: 250 direttori di Oncologie da tutta Italia, che si conoscono e si sentono un po’ amici».

«Nei prossimi mesi ci troveremo davanti a un percorso irto di difficoltà, caratterizzato dai rapidi cambiamenti della medicina moderna - aggiunge Clerico - e, nel contempo, dal progresso della scienza. Anche il nostro Sistema sanitario cambia, cercando faticosamente di adattarsi ai mille problemi che deve affrontare: il progresso scientifico, le limitate disponibilità economiche, l’invecchiamento della popolazione, il lento ricambio generazionale degli operatori, i nuovi immigrati, la complessità delle richieste d’assistenza, per non parlare degli sprechi, le inappropriatezze, gli abusi, la corruzione».

«Credo  - conclude l’oncologo - che il Cipomo debba proseguire sulla strada già intrapresa, cercando di dare il suo contributo per governare il cambiamento». Mario Alberto Clerico rimarrà in carica come da statuto per i prossimi due anni, fino a maggio 2019. 

«L'elezione del professor Mario Alberto Clerico a presidente dei primari Oncologi medici ospedalieri italiani deve rendere fiero il Piemonte per la qualità, umana e professionale, della classe medica che sa esprimere in Italia e nel mondo». A sostenerlo il capogruppo di Forza Italia in Regione Piemonte, Gilberto Pichetto. Conclude l'esponente regionale: «Sono soddisfatto che sia stato eletto alla guida del Cipomo una personalità quale il professor Clerico che ha ben operato  quale direttore del Dipartimento di oncologia di Biella. Questo ruolo è un motivo di prestigio anche per il nostro nosocomio a Biella.  Gli faccio il mio in bocca al lupo affinché riesca a gestire i cambiamenti nazionali della sanità oncologica così come ha fatto già nel nostro territorio».

E.P.