Obiettivo turismo

Obiettivo turismo
Altro 29 Febbraio 2012 ore 18:59

Come per gli altri paesi di confine, anche per Graglia l’arrivo dei contributi promessi, una cifra che si aggira sui 770 mila euro, potrebbe sbloccare alcune situazioni delicate per la vita del paese.

No ad un paese dormitorio. «Dopo i tagli degli ultimi anni è nuovamente a rischio la vita della scuola elementare in paese -spiega Elena Rocchi, sindaco del paese -. La prima classe è stata mantenuta grazie a fondi regionali, ma ora si ripropone la questione che speriamo sia risolvibile attraverso un bando regionale. Attendiamo una risposta in merito entro metà marzo. Se così non fosse, per la nostra amministrazione rimane indispensabile il mantenimento della scuola elementare, la cui vita coincide con la vita stessa del paese. Siamo 1600 abitanti e vogliamo la garanzia di un percorso scolastico in loco per i nostri bambini, cosa che abbiamo già ottenuto con il Polo scolastico di Valle, riguardante la scuola media consortile».

Incentivare il turismo. Se si risolvesse la problematica scolastica, i fondi in arrivo potrebbero essere convogliati verso la valorizzazione del potenziale turistico di Graglia. Ci sono da recuperare strutture ubicate in centro paese, a partire dalla bellissima piazza su cui si affaccia la chiesa della confraternita, dal teatro e dalla torre. Il recupero della parte storica permetterebbe di rendere fruibili zone di grande interesse storico e di dare nuova vitalità al centro del paese.

Interventi al Santuario di Graglia. «Siamo in pochi abitanti rispetto ad un territorio molto vasto, in cui non dobbiamo dimenticare gli alpeggi - aggiunge il sindaco -. Abbiamo già portato avanti opere indispensabili al Santuario, come il marciapiede che garantisce la sicurezza ai pedoni e alcune opere costate 60mila euro per il miglioramento e l’accoglienza del santuario». In primavera, quando la neve se ne sarà andata, verrà inaugurato un giardino pubblico con il parco giochi, l’area verde attrezzata e la fontana.

Costi stratosferici di manutenzione. La vastità del territorio, percorso da un quantità di vie di collegamento, ha obbligato l’amministrazione comunale a intervenire per la manutenzione stradale per una cifra che lo scorso anno ha superato i 73mila euro. Senza contare i lavori al cimitero di Graglia con la sistemazione della facciata; e quelli al cimitero di Vagliumina, dove si sono create nuove cellette ed è stato intonacato il muro di cinta. E nelle vacanze pasquali… si tinteggeranno i muri delle scuole elementari con gli stessi colori, vivaci e molto graditi agli allievi, delle scuole medie. Così l’edificio, al quale è già stato rifatto il tetto, diventerà ancor più gradevole. Gli ultimi interventi riguardano il rifacimento del tetto anche per l’ambulatorio medico, che va a sommarsi a quello appena completato della scuola materna.