Neve, un week-end d'allerta

Altro 27 Gennaio 2012 ore 20:40

(26 gen) E’ allerta meteo. «Dalla serata di venerdì e fino alla mattinata di lunedì 30 gennaio, Biella sarà interessata dal passaggio di una perturbazione con precipitazioni piovose e nevose a partire dalla giornata di sabato. Dal pomeriggio di domenica e soprattutto nella mattinata di lunedì ai disagi per la presenza del manto nevoso si aggiungerà la comparsa di ampie gelate notturne e mattutine. Il servizio di sgombero neve e prevenzione ghiaccio è già allertato ed opererà secondo il piano operativo predisposto. Tuttavia si consiglia di limitare gli spostamenti con i mezzi privati e, se costretti, a farlo solo con pneumatici da neve montati o con a bordo catene da neve. Per la prevista presenza di ghiaccio sulle strade si invita ad usare la massima prudenza ed a moderare in ogni caso la velocità». Questo il documento del Comune di Biella, di ieri. Intanto, si sono ritrovati al Tavolo emergenza neve costituitosi in Provincia gli operatori turistici e i gestori degli impianti di risalita interessati dalla siccità nevosa. La seconda riunione, svoltasi alla presenza dell’assessore al turismo Mariella Biollino, è entrata in piena fase operativa e ha consentito agli amministratori locali di “tirare su i conti” dei danni prodotti al territorio. E’ allerta meteo. «Dalla serata di venerdì e fino alla mattinata di lunedì 30 gennaio, Biella sarà interessata dal passaggio di una perturbazione con precipitazioni piovose e nevose a partire dalla giornata di sabato. Dal pomeriggio di domenica e soprattutto nella mattinata di lunedì ai disagi per la presenza del manto nevoso si aggiungerà la comparsa di ampie gelate notturne e mattutine. Il servizio di sgombero neve e prevenzione ghiaccio è già allertato ed opererà secondo il piano operativo predisposto. Tuttavia si consiglia di limitare gli spostamenti con i mezzi privati e, se costretti, a farlo solo con pneumatici da neve montati o con a bordo catene da neve. Per la prevista presenza di ghiaccio sulle strade si invita ad usare la massima prudenza ed a moderare in ogni caso la velocità». Questo il documento del Comune di Biella, di ieri. Intanto, si sono ritrovati al Tavolo emergenza neve costituitosi in Provincia gli operatori turistici e i gestori degli impianti di risalita interessati dalla siccità nevosa. La seconda riunione, svoltasi alla presenza dell’assessore al turismo Mariella Biollino, è entrata in piena fase operativa e ha consentito agli amministratori locali di “tirare su i conti” dei danni prodotti al territorio.

Simonetti. «Ciascun operatore - hanno commentano il presidente Roberto Simonetti e l’assessore Biollino - ha messo a disposizione i dati relativi alle entrate e alle uscite delle ultime tre stagioni invernali. Il raffronto di questi dati, in forma aggregata, saranno portati, la prossima settimana, al Tavolo di crisi regionale sull’emergenza neve, e qui, insieme alle informazioni delle altre realtà sciistiche piemontesi colpite da “questa crisi”, costituiranno oggetto di valutazione e confronto».

Le banche. «Prima della riunione del Tavolo – ha aggiunto Simonetti - ho incontrato i vertici delle banche locali per saggiare la loro disponibilità ad andare incontro alle imprese. Le banche hanno quindi dato ampia e piena disponibilità a verificare le singole situazioni».

Bollettino. Anche l’Arpa ha segnalato che a partire da sabato e per tutta la giornata di domenica sono attese diffuse nevicate su tutta la nostra regione, in particolare sui settori occidentali e meridionali.

Gestori. «Conti? Facile. I nostri mancati incassi s’aggirano sul 90 per cento - dice Giampiero Orleoni, dell’Icemont di Bielmonte -. Se si andasse avanti così, dovremo chiudere». Ancora peggio ad Oropa, dove la stagione non è mai neanche partita.

26 gennaio 2012