Nel Biellese solo due i Comuni verso il voto

Nel Biellese solo due i Comuni verso il voto
22 Aprile 2015 ore 22:33

La comunicazione ufficiale è arrivata dal Viminale solo pochi giorni fa: con un apposito decreto, il ministro dell’Interno Angelino Alfano ha deciso che il turno annuale ordinario di elezioni amministrative quest’anno avrà luogo domenica 31 maggio. L’appuntamento con le urne, tuttavia, si limiterà semplicemente a sfiorare il Biellese: chiamati ad esprimersi per scegliere il loro nuovo sindaco sono infatti i soli cittadini dei comuni di Ailoche, paese che conta un totale di 330 abitanti, e Tavigliano, che arriva invece a 970. 

I giochi in vista della consultazione non sono ancora del tutto decisi. A Tavigliano pare per il momento esserci in corsa una sola lista, quella del sindaco uscente Gino Mantello. E’ invece già uscito nei giorni scorsi allo scoperto Massimo Langhi – già sfidante nel 2010 dell’attuale sindaco di Ailoche Luigi Algarotti – il quale ha espresso la sua intenzione di ripresentarsi in veste di candidato primo cittadino. Langhi è attualmente capogruppo di minoranza ma con un passato di consigliere all’interno della maggioranza. Cinque anni fa, Algarotti gli aveva sfilato la poltrona più alta del paese per soli quattro voti di scarto: allora, in campo erano scese ben cinque liste civiche, per un corpo elettorale di 277 cittadini, dei quali 231 si erano recati alle urne. Secondo voci, Langhi avrebbe già pronta la sua squadra, la cui composizione resta tuttavia top secret. Difficile invece dire quali siano le intenzioni dell’attuale sindaco: raggiunto telefonicamente per avere qualche chiarimento, ha affermato di essere impegnato e non poter quindi parlare. A lui, comunque, la legge riconosce la facoltà di ripresentarsi come candidato sindaco: essendo Ailoche un paese con meno di 3,mila abitanti, i mandati consecutivi concessi al sindaco sono tre. E Algarotti è sindaco dal 2005.

Per presentare le liste ci sarà comunque tempo fino alla fine di aprile. A quel punto lo scenario sarà chiaro in tutti i centri chiamati ad esprimersi nel segreto dell’urna:  in tutto il Piemonte, in particolare, la nuova tornata interesserà un totale di 57 paesi. Di questi, tre superano la soglia dei 15mila abitanti e vedranno quindi applicato il sistema elettorale maggioritario a doppio turno: Valenza, Moncalieri e Venaria Reale. In Italia le Regioni a statuto ordinario chiamate alle urne sono Campania, Liguria, Marche, Puglia, Toscana, Umbria e Veneto.

V.B.

La comunicazione ufficiale è arrivata dal Viminale solo pochi giorni fa: con un apposito decreto, il ministro dell’Interno Angelino Alfano ha deciso che il turno annuale ordinario di elezioni amministrative quest’anno avrà luogo domenica 31 maggio. L’appuntamento con le urne, tuttavia, si limiterà semplicemente a sfiorare il Biellese: chiamati ad esprimersi per scegliere il loro nuovo sindaco sono infatti i soli cittadini dei comuni di Ailoche, paese che conta un totale di 330 abitanti, e Tavigliano, che arriva invece a 970. 

I giochi in vista della consultazione non sono ancora del tutto decisi. A Tavigliano pare per il momento esserci in corsa una sola lista, quella del sindaco uscente Gino Mantello. E’ invece già uscito nei giorni scorsi allo scoperto Massimo Langhi – già sfidante nel 2010 dell’attuale sindaco di Ailoche Luigi Algarotti – il quale ha espresso la sua intenzione di ripresentarsi in veste di candidato primo cittadino. Langhi è attualmente capogruppo di minoranza ma con un passato di consigliere all’interno della maggioranza. Cinque anni fa, Algarotti gli aveva sfilato la poltrona più alta del paese per soli quattro voti di scarto: allora, in campo erano scese ben cinque liste civiche, per un corpo elettorale di 277 cittadini, dei quali 231 si erano recati alle urne. Secondo voci, Langhi avrebbe già pronta la sua squadra, la cui composizione resta tuttavia top secret. Difficile invece dire quali siano le intenzioni dell’attuale sindaco: raggiunto telefonicamente per avere qualche chiarimento, ha affermato di essere impegnato e non poter quindi parlare. A lui, comunque, la legge riconosce la facoltà di ripresentarsi come candidato sindaco: essendo Ailoche un paese con meno di 3,mila abitanti, i mandati consecutivi concessi al sindaco sono tre. E Algarotti è sindaco dal 2005.

Per presentare le liste ci sarà comunque tempo fino alla fine di aprile. A quel punto lo scenario sarà chiaro in tutti i centri chiamati ad esprimersi nel segreto dell’urna:  in tutto il Piemonte, in particolare, la nuova tornata interesserà un totale di 57 paesi. Di questi, tre superano la soglia dei 15mila abitanti e vedranno quindi applicato il sistema elettorale maggioritario a doppio turno: Valenza, Moncalieri e Venaria Reale. In Italia le Regioni a statuto ordinario chiamate alle urne sono Campania, Liguria, Marche, Puglia, Toscana, Umbria e Veneto.

V.B.

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità