Altro

Nel Biellese diciotto candidati sindaco per 9 Comuni

Nel Biellese diciotto candidati sindaco per 9 Comuni
Altro Grande Biella, 09 Maggio 2016 ore 14:55

Les jeux sont faits.  Non c’è più tempo ora, né per cambiare idea, né per decidere che quel che è fatto andava fatto diversamente. Sabato alle 12 è scaduto il termine ultimo per la presentazione delle liste che correranno alle elezioni amministrative del prossimo 5 giugno. Ora la palla passa alla commissione prefettizia, che dovrà validare le candidature e procedere con l’estrazione dell’ordine di comparsa sulla scheda elettorale. 

Alla competizione sono interessati oltre 1.300 Comuni, fra i quali 7 sono capoluogo di regione (Bologna, Cagliari, Milano, Napoli, Roma, Torino e Trieste) e 26 capoluogo di provincia (tra i quali Novara ). Nel Biellese, ad essere coinvolti saranno nove Comuni. Tra tutti, per la prima volta, anche i due (dei 25 presenti in tutta Italia) nati lo scorso anno a seguito di fusione: Campiglia Cervo (528 abitanti, nata dall’unione di San Paolo Cervo, Quittengo e Campiglia) e Lessona, 2.835 abitanti, nata dalla fusione di Lessona e Crosa. Tra le amministrazioni destinate al rinnovo compare anche infatti una delle maggiori a livello locale: Trivero, 6.144 abitanti, dove è attualmente sindaco Massimo Biasetti. Ma tra gli oltre 1.300 Comuni che in tutta Italia dovranno fare i conti con le urne vi sono, nel Biellese, anche i due commissariati Rosazza e Zumaglia, oltre a Castelletto Cervo (880 abitanti, sindaco uscente: Renzo Selva), Coggiola (1.996 abitanti, Gianluca Foglia Barbisin), Dorzano (508 abitanti, Sergio Gusulfino) e Veglio (566 abitanti, Marco Pichetto). Poche, nel quadro generale delle liste presentate, le soprese dell’ultim’ora. Ha scelto, ad esempio, di non presentare una propria lista Silvano Civra Dano a Trivero, rimasto in sospeso sino all’ultimo, mentre è confermata la candidatura di Paolo Setti a Coggiola. Due liste a Veglio, con Carrera che prosegue sulla scia di Pichetto, altrettante a Castelletto Cervo (con Selva che si ripresenta), Lessona (idem per Chiara Comoglio), Dorzano e Rosazza. Ben tre liste a Campiglia, e una sola, alla fine, a Zumaglia. 

Nel corso delle elezioni, gli abitanti di Pettinengo e Selve saranno inoltre chiamati ad esprimersi sulla fusione tra i due Comuni. 

V.B.

Leggi di più sull’Eco di Biella di lunedì 9 maggio 2016

Les jeux sont faits.  Non c’è più tempo ora, né per cambiare idea, né per decidere che quel che è fatto andava fatto diversamente. Sabato alle 12 è scaduto il termine ultimo per la presentazione delle liste che correranno alle elezioni amministrative del prossimo 5 giugno. Ora la palla passa alla commissione prefettizia, che dovrà validare le candidature e procedere con l’estrazione dell’ordine di comparsa sulla scheda elettorale. 

Alla competizione sono interessati oltre 1.300 Comuni, fra i quali 7 sono capoluogo di regione (Bologna, Cagliari, Milano, Napoli, Roma, Torino e Trieste) e 26 capoluogo di provincia (tra i quali Novara ). Nel Biellese, ad essere coinvolti saranno nove Comuni. Tra tutti, per la prima volta, anche i due (dei 25 presenti in tutta Italia) nati lo scorso anno a seguito di fusione: Campiglia Cervo (528 abitanti, nata dall’unione di San Paolo Cervo, Quittengo e Campiglia) e Lessona, 2.835 abitanti, nata dalla fusione di Lessona e Crosa. Tra le amministrazioni destinate al rinnovo compare anche infatti una delle maggiori a livello locale: Trivero, 6.144 abitanti, dove è attualmente sindaco Massimo Biasetti. Ma tra gli oltre 1.300 Comuni che in tutta Italia dovranno fare i conti con le urne vi sono, nel Biellese, anche i due commissariati Rosazza e Zumaglia, oltre a Castelletto Cervo (880 abitanti, sindaco uscente: Renzo Selva), Coggiola (1.996 abitanti, Gianluca Foglia Barbisin), Dorzano (508 abitanti, Sergio Gusulfino) e Veglio (566 abitanti, Marco Pichetto). Poche, nel quadro generale delle liste presentate, le soprese dell’ultim’ora. Ha scelto, ad esempio, di non presentare una propria lista Silvano Civra Dano a Trivero, rimasto in sospeso sino all’ultimo, mentre è confermata la candidatura di Paolo Setti a Coggiola. Due liste a Veglio, con Carrera che prosegue sulla scia di Pichetto, altrettante a Castelletto Cervo (con Selva che si ripresenta), Lessona (idem per Chiara Comoglio), Dorzano e Rosazza. Ben tre liste a Campiglia, e una sola, alla fine, a Zumaglia. 

Nel corso delle elezioni, gli abitanti di Pettinengo e Selve saranno inoltre chiamati ad esprimersi sulla fusione tra i due Comuni. 

V.B.

Leggi di più sull’Eco di Biella di lunedì 9 maggio 2016

Seguici sui nostri canali