Movida, aprono due nuovi locali

Movida, aprono due nuovi locali
Altro 07 Ottobre 2015 ore 15:57

BIELLA – Cambio di stagione. E, con l’autunno, se ne riapre un’altra: la stagione della “movida”. L’altra faccia della città, quella della Biella notturna, dei locali del pre-serata e della serata piena che si allunga alle prime ore del mattino. Ebbene anche la Biella del divertimento cambia e, questa volta, presenta sostanziali novità, di interesse per i giovani come per i più grandi amanti del “tirar tardi”.Saranno due i luoghi di incontro che cambiano nome, aspetto e offerta. Uno è l’ex “Garage”, fu anche più recentemente “Orso Poeta”, riaperto a ridosso del weekend – giovedì scorso – sotto il nome di “Jazz Cafè”. Così lo racconta il titolare, Imad Chtaibi: 

BIELLA – Cambio di stagione. E, con l’autunno, se ne riapre un’altra: la stagione della “movida”. L’altra faccia della città, quella della Biella notturna, dei locali del pre-serata e della serata piena che si allunga alle prime ore del mattino. Ebbene anche la Biella del divertimento cambia e, questa volta, presenta sostanziali novità, di interesse per i giovani come per i più grandi amanti del “tirar tardi”.
Saranno due i luoghi di incontro che cambiano nome, aspetto e offerta. Uno è l’ex “Garage”, fu anche più recentemente “Orso Poeta”, riaperto a ridosso del weekend – giovedì scorso – sotto il nome di “Jazz Cafè”. Così lo racconta il titolare, Imad Chtaibi: «Il locale è molto cambiato, dalla ristrutturazione interna è sorto un “locale nel locale” tutto da scoprire. Non dico altro, se non che, sì, c’entra il jazz e non solo, ecco perché l’idea di aprirci dentro un altro “locale”». 
L’offerta, al “Jazz Cafè” di via Italia 87, punta alla ristorazione e al pre-serata, con apertura dal mercoledì fino alla domenica, dalle 19 alle 2. Fascia d’età: medio-alta. Per Chtaibi, tra l’altro, il weekend appena chiusosi ha segnato la fine della stagione estiva del suo “Concept” con l’ospitata del famoso disc jockey Gabry Ponte: «Anticipo che anche al “Jazz Cafè” arriveranno ospiti piuttosto famosi».
Da Riva a via Ogliaro 7: l’altro locale che cambia connotati è l’ex “Bohème”, fu poi “8 Biella”, che René Botalla con Alessandro Ramella ripropongono come “New Spritz”. Da primo programma, l’inaugurazione dovrebbe essere fissata per venerdì 16 ottobre e, anche in questo caso, gli occhi della clientela si troveranno di fronte a un vero rinnovo, non solo architettonico o dell’arredamento ma della filosofia di gestione: «Il locale riprende i colori e lo stile del vecchio “Spritz” di via Amendola, che per la nostra generazione è stato un simbolo – motiva Alessandro Ramella -. Si farà piccola ristorazione in settimana, come pub, e il venerdì e il sabato invece si ballerà. Il venerdì si punterà su dj conosciuti e la musica revival; mentre il sabato, per differenziarci sulla musica live». Quanto al target di persone che avrà accesso al “New Spritz” si tratta di «esclusivamente maggiorenni». Prevista selezione all’ingresso. 
Novità in “casa Fabbrica dell’Oro”. Ai titolari di “Caffè Galileo” e “Privilege Cafè” si unisce Alessandro Tropeano, già alla direzione artistica della discoteca come dello stesso “Galileo”, che ha tra l’altro riaperto i battenti giovedì scorso. Società che si allarga e apertura alle porte, stabilita per venerdì 9 ottobre: «La “Fabbrica dell’Oro” è un locale rinnovato che presenta molti cambiamenti. Abbiamo aggiunto l’apporto di video e giochi creati con le nuove tecnologie», anticipa Alessandro Tropeano. Dj Portelli tra i nomi di punta, il venerdì sarà “serata club”, spiega Tropeano, e il sabato ci si rivolgerà ai più grandi, con «atmosfere anni Ottanta e Novanta, meno disco e più animazione». 
Il citato “Privilege”, intanto, s’è, a sua volta, rifatto il look. Sempre indirizzato sui giovani delle superiori sarà meno birreria e più locale serale. I suoi dj: Andrea Vertigo e Alberto Liuni. Quanto al “Galileo”, quest’anno Patrick Scoleri e Simone Raisi spengono le candeline dei dieci anni di fortunato sodalizio professionale: qui, la formula resta invariata con il giovedì per gli affezionati, all’insegna del revival, e il weekend dalla formula consolidata che sarà arricchita da eventi legati all’anniversario del locale. I dj: lo stesso Tropeano e Marco Mini. Lì vicino, poi, non ha conosciuto chiusura quest’estate il sempre gettonato “Wahlalla”, che resta fucina di eventi a tema no-stop.  
Anche in via Tollegno 1, al “Road Runner”, si segue il trend degli ultimi tempi, che – conferma Matteo Lanza – vede la serata del venerdì dedicata ai più giovani tra i 16 e i 20 anni, liberi dall’impegno scolastico della mattina successiva, e quella del sabato, invece, più da over 25, e musica rock o revival. La discoteca ha mantenuto anche con la bella stagione il suo appuntamento “settimanale” del martedì o “MarteDisco”, che coinvolge ragazzi tra i 18 e i 25 anni e si prepara a puntare ora su «un paio di venerdì e sui sabati». Proprio sabato, 10 ottobre, vi si terrà l’inaugurazione pirotecnica con «giochi di fuoco all’esterno e di luci all’interno».
Torna lo “Spritz”? La domanda su un nuovo concorrente all’orizzonte non trova impreparati i titolari dei locali biellesi, che dicono di aver sentito di una ipotetica riapertura dell’ex “Mirò”, ma sottolineano che «soltanto di voci si tratta». Chi si sbilancia prende atto dello stato in cui versa la struttura, nella quale non c’è al momento segno di lavori in corso; dunque, se “Spritz” sarà, «non prima del 2016».

Giovanna Boglietti

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli