POLITICA

Moscarola solidale con Appendino: “Sindaco bersaglio preferito”

Dopo la sentenza ai danni della sindaca di Torino per la ressa in Piazza San Carlo.

Moscarola solidale con Appendino: “Sindaco bersaglio preferito”
Altro Biella Città, 30 Gennaio 2021 ore 09:00

Il vice sindaco di Biella, esponente della Lega, Giacomo Moscarola si dichiara solidale con la sindaca di Torino pentastellata Chiara Appendino.

Lo sfogo

L’occasione è la recente sentenza a Chiara Appendino circa la ressa in Piazza San Carlo, a Torino, che procurò la morte a tre persone e contò 1.500 feriti.

Ecco il messaggio di Giacomo Moscarola:

“Adesso basta!!! Ormai il Sindaco è diventato il bersaglio preferito…. Dei delinquenti spruzzano gas urticante e succede un macello? È colpa del Sindaco.
C’è un temporale e cade una pianta? È colpa del Sindaco.
Un cittadino si fa una storta in un buco? È colpa del Sindaco.
Se in una festa in piazza due si prendono a pugni e scappando qualcuno si fa male? È colpa del Sindaco.
I Sindaci sono in prima linea 365 giorni l’anno 24 ore al giorno, sono sempre attenti a tutto ciò che accade in città, sono la valvola di sfogo dei cittadini…. ma basta una parola fuori posto che si trovano come minimo una bella indagine per abuso d’ufficio”.

La dichiarazione di solidarietà

A questo punto, Moscarola esplicita la propria posizione e a chi si riferisce:

“A Roma dovrebbero pensare a qualche norma per tutelare i primi cittadini, quelli che sono il primo baluardo delle Istituzioni, quelli che vivono quotidianamente il rapporto con la gente. Quelli che guadagnano meno di tutti e quelli che non hanno nessun tipo di tutela. Esprimo pertanto la mia piena solidarietà a Chiara Appendino“.
.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli