Menu
Cerca

Moderna e luminosa: è la nuova biblioteca

Moderna e luminosa: è la nuova biblioteca
Altro 11 Aprile 2016 ore 14:01

BIELLA -  Un concept moderno, spazi ampi e luminosi e, soprattutto, raddoppiati rispetto alla location precedente. Giovedì sera i consiglieri comunali che fanno parte della commissione cultura hanno potuto toccare con mano i locali della nuova biblioteca di piazza Curiel, accompagnati dalla neo direttrice Anna Bosazza. I lavori di trasloco non sono ancora ultimati, ma lo saranno per il prossimo sabato, 16 aprile, quando la struttura verrà inaugurata ufficialmente. «Il 16 è un numero ricorrente per questa biblioteca - ha ricordato Bosazza -. La palazzina era stata infatti inaugurata il 16 febbraio 1930, al termine di una gara sciistica che si era svolta nella conca di Oropa. Ora, il 16 aprile 2016, alle 16, andremo a presentare alla cittadinanza la nuova biblioteca. Speriamo che questo numero porti fortuna».

I locali.  Appena entrati nella nuova biblioteca si arriva in un ampissimo salone dallo stile molto moderno. In fondo la reception, su cui dominano tre ampi cerchi al neon utili sia per il design sia per l’illuminazione. A sinistra e a destra alcune sale che ospitano emeroteca e spazi multimediali. Al piano interrato il vero e proprio capitale della biblioteca, con l’ampio archivio in cui sono custoditi buona parte dei 250mila volumi di proprietà del Comune di Biella. Al primo piano uno dei punti di forza della nuova biblioteca, due ali soppalcata che si affacciano al salone principale. Spazi per  la lettura o per la navigazione internet, visto che la nuova biblioteca offre accessi al wifi.

Al secondo piano, invece, si trova la Sala Biella, dove si possono trovare i volumi più preziosi da consultare. E poi gli archivi “al buoi”, dove la luce naturale non è presente, per preservare la qualità dei libri e dei documenti più antichi. Insomma, la nuova biblioteca ha tutto quanto per essere un punto di forza della città. Non resta che attendere l’inaugurazione ufficiale.
Enzo Panelli

BIELLA -  Un concept moderno, spazi ampi e luminosi e, soprattutto, raddoppiati rispetto alla location precedente. Giovedì sera i consiglieri comunali che fanno parte della commissione cultura hanno potuto toccare con mano i locali della nuova biblioteca di piazza Curiel, accompagnati dalla neo direttrice Anna Bosazza. I lavori di trasloco non sono ancora ultimati, ma lo saranno per il prossimo sabato, 16 aprile, quando la struttura verrà inaugurata ufficialmente. «Il 16 è un numero ricorrente per questa biblioteca - ha ricordato Bosazza -. La palazzina era stata infatti inaugurata il 16 febbraio 1930, al termine di una gara sciistica che si era svolta nella conca di Oropa. Ora, il 16 aprile 2016, alle 16, andremo a presentare alla cittadinanza la nuova biblioteca. Speriamo che questo numero porti fortuna».

I locali.  Appena entrati nella nuova biblioteca si arriva in un ampissimo salone dallo stile molto moderno. In fondo la reception, su cui dominano tre ampi cerchi al neon utili sia per il design sia per l’illuminazione. A sinistra e a destra alcune sale che ospitano emeroteca e spazi multimediali. Al piano interrato il vero e proprio capitale della biblioteca, con l’ampio archivio in cui sono custoditi buona parte dei 250mila volumi di proprietà del Comune di Biella. Al primo piano uno dei punti di forza della nuova biblioteca, due ali soppalcata che si affacciano al salone principale. Spazi per  la lettura o per la navigazione internet, visto che la nuova biblioteca offre accessi al wifi.

Al secondo piano, invece, si trova la Sala Biella, dove si possono trovare i volumi più preziosi da consultare. E poi gli archivi “al buoi”, dove la luce naturale non è presente, per preservare la qualità dei libri e dei documenti più antichi. Insomma, la nuova biblioteca ha tutto quanto per essere un punto di forza della città. Non resta che attendere l’inaugurazione ufficiale.
Enzo Panelli