Menu
Cerca

Mezzo milione per comprare l’aeroporto di Cerrione

Mezzo milione per comprare l’aeroporto di Cerrione
Altro 19 Febbraio 2016 ore 10:23

Mezzo milione di euro. E’ quanto valgono,  secondo la perizia, il 91 per cento delle azioni di Sace, la società che gestisce l’aeroporto di Cerrione. La Provincia di Biella, indicata dai soci come l’ente preposto a stipulare il bando per la cessione della stragrande maggioranza delle quote della società, ha pubblicato nei giorni scorsi il capitolato che andrà a gara e che, se tutto andrà come si auspicano i soci, porterà entro il 2 di marzo alla ricezione di richieste di acquisto del pacchetto azionario. Come aveva già ricordato qualche settimana fa il presidente della Provincia, Emanuele Pralungo «si tratta dell’ultima chiamata per lo scalo biellese: o si vende o si chiude». 

L’aeroporto commerciale di Cerrione, Sace spa, è in vendita tramite asta pubblica, aperta fino alle ore 12 del 2 marzo 2016. Provincia di Biella, in quanto ente capofila per la procedura, ha indetto una gara a offerte segrete: la base d’asta è di 500.790 euro chi la vincerà con l’offerta più alta si aggiudicherà il 91 per cento del valore della società, diventandone di fatto il proprietario.

Enzo Panelli

Leggi di più sull’Eco di Biella di giovedì 18 febbraio 2016

Mezzo milione di euro. E’ quanto valgono,  secondo la perizia, il 91 per cento delle azioni di Sace, la società che gestisce l’aeroporto di Cerrione. La Provincia di Biella, indicata dai soci come l’ente preposto a stipulare il bando per la cessione della stragrande maggioranza delle quote della società, ha pubblicato nei giorni scorsi il capitolato che andrà a gara e che, se tutto andrà come si auspicano i soci, porterà entro il 2 di marzo alla ricezione di richieste di acquisto del pacchetto azionario. Come aveva già ricordato qualche settimana fa il presidente della Provincia, Emanuele Pralungo «si tratta dell’ultima chiamata per lo scalo biellese: o si vende o si chiude». 

L’aeroporto commerciale di Cerrione, Sace spa, è in vendita tramite asta pubblica, aperta fino alle ore 12 del 2 marzo 2016. Provincia di Biella, in quanto ente capofila per la procedura, ha indetto una gara a offerte segrete: la base d’asta è di 500.790 euro chi la vincerà con l’offerta più alta si aggiudicherà il 91 per cento del valore della società, diventandone di fatto il proprietario.

Enzo Panelli

Leggi di più sull’Eco di Biella di giovedì 18 febbraio 2016