Altro

Messa in sicurezza la strada per Oropa

Messa in sicurezza<BR> la strada per Oropa
Altro Biella Città, 10 Agosto 2012 ore 17:26

 Se ne sono accorti per fortuna in tempo e sono riusciti a intervenire per sanare una situazione che stava diventando davvero pericolosa. Raschiando il fondo del barile sono riusciti a trovare gli 85mila euro necessari per rimettere in sicurezza il ponticello sul Rio Secco, all’altezza della penultima curva che si incontra salendo per la strada che conduce al Santuario di Oropa.

 «I lavori - sottolinea l’assessore ai lavori pubblici della Provincia di Biella, Luca Castagnetti, sono quasi giunti al termine, mancano solamente le barriere protettive che l’impresa che si occupa dell’intervento dovrebbe piazzare proprio in questi giorni».

Il ponticello.  Secondo i tecnici provinciali la situazione richiedeva una grande urgenza. «La strada - spiega Castagnetti - stava su per grazia ricevuto e dunque non abbiamo potuto far altro che cercare nelle pieghe del bilancio la somma necessaria a portare a termine il più velocemente possibile l’intervento di consolidamento del ponticello sul Rio Secco. Ora, però, la situazione è drammatica, non abbiamo più nessuna risorsa». 

Fare i conti con i tagli.  La spending Review approvata proprio in questi giorni dalla Camera mette in grossa difficoltà l’ente provinciale, come ampiamente annunciato. «Ci sono tagli per quasi due milioni di euro - sottolinea Castagnetti - e non possiamo far finta che non arrivino. Per questo motivo tutte le spese degli assessori sono da considerarsi congelate. In questi giorni sono stato contattato dagli alpini di Trivero, intenzionati a sistemare una cunetta. Ci hanno solo chiesto un piccolo rimborso per il cemento che sarebbe stato utilizzato ma abbiamo dovuto dire di no perché al momento in cassa non c’è più un euro».

Emergenze.  Castagnetti aggiunge: «Per fortuna le forti piogge che si sono verificate sabato scorso non hanno creato danni alle strade provinciali altrimenti non saremmo potuti intervenire. E ci auguriamo che non capiti nulla anche nelle prossime settimane».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter