Altro

Masserano, la pesca in diga avra? un gestore

Altro Grande Biella, 18 Luglio 2016 ore 11:05

MASSERANO - Detto in parole povere, e in termini molto concreti, la diga di Masserano diventera? presto una vera e propria riserva di pesca. Se fino ad oggi la cattura di pesce nelle acque dell’invaso era libera, ma in un contesto totalmente privo di programmazione, di manutenzione delle sponde, di vigilanza e sicurezza, di serie politiche di ripopolamento e di valorizzazione delle specie ittiche, domani le cose cambieranno: tutta la partita della gestione diritti esclusivi di pesca nell’invaso sono infatti andati nelle mani di un gestore privato che, non appena diventera? operativo, potra? proprio offrire ai pescatori il valore aggiunto che fino ad oggi mancava loro. La Cva Fishing Tackle del sopranese Andrea Cerreia Varale, gia? presidente Arcipesca e guardia ittica attiva sul territorio, si e? infatti aggiudicata - la firma formalizzatrice deve ancora essere apposta, ma l’accordo e? fatto - il bando che il Consorzio Baraggia, proprietario dell’infrastruttura, aveva aperto nei mesi scorsi al fine proprio di individuare un soggetto che si facesse carico della gestione di tutti gli aspetti legati alla pesca in diga. Una vittoria “solitaria”: le altre due ricerche aperte per altrettanti invasi, l’Ingagna e il Ravasanella, non sono infatti andate a buon fine. 

Veronica Balocco 

Leggi di più sull'Eco di Biella di lunedì 18 luglio 2016 

MASSERANO - Detto in parole povere, e in termini molto concreti, la diga di Masserano diventera? presto una vera e propria riserva di pesca. Se fino ad oggi la cattura di pesce nelle acque dell’invaso era libera, ma in un contesto totalmente privo di programmazione, di manutenzione delle sponde, di vigilanza e sicurezza, di serie politiche di ripopolamento e di valorizzazione delle specie ittiche, domani le cose cambieranno: tutta la partita della gestione diritti esclusivi di pesca nell’invaso sono infatti andati nelle mani di un gestore privato che, non appena diventera? operativo, potra? proprio offrire ai pescatori il valore aggiunto che fino ad oggi mancava loro. La Cva Fishing Tackle del sopranese Andrea Cerreia Varale, gia? presidente Arcipesca e guardia ittica attiva sul territorio, si e? infatti aggiudicata - la firma formalizzatrice deve ancora essere apposta, ma l’accordo e? fatto - il bando che il Consorzio Baraggia, proprietario dell’infrastruttura, aveva aperto nei mesi scorsi al fine proprio di individuare un soggetto che si facesse carico della gestione di tutti gli aspetti legati alla pesca in diga. Una vittoria “solitaria”: le altre due ricerche aperte per altrettanti invasi, l’Ingagna e il Ravasanella, non sono infatti andate a buon fine. 

Veronica Balocco 

Leggi di più sull'Eco di Biella di lunedì 18 luglio 2016 

Seguici sui nostri canali