Lavori in corso all’Iti, Vaglio e Scientifico

Lavori in corso all’Iti, Vaglio e Scientifico
Altro 16 Settembre 2015 ore 08:04

Mentre sono da pochissimo ricominciate le lezioni, lavori in corso interessano almeno tre istituti biellesi. La Provincia ha dato il via all’intervento di rifacimento del cappotto interno e facciata di un’ala dell’Iti “Q. Sella” di Città Studi, volto al contenimento del calore, il cui termine è previsto tra ottobre e novembre. «Si tratta dell’ala che ospiterà le classi del liceo Classico, già opportunamente sistemate in locali presi in affitto da Città Studi», spiega il presidente Emanuele Ramella Pralungo. 

Nello stesso periodo dovrebbero, poi, concludersi i lavori ai servizi igienici all’interno della sede centrale del “Vaglio Rubens”, in viale Macallè: la riqualificazione interessa la divisione dei blocchi per sesso, al primo e al secondo piano, e annessi ripostigli. 

Oltre ai lavori di manutenzione, la Provincia guarda anche a un potenziamento dell’offerta formativa degli studenti. Spiega Ramella Pralungo: «Parteciperemo a un concorso nazionale per la realizzazione di scuole hi-tech. Il Piemonte avrà a disposizione 12 milioni di euro e vorremmo portare nel Biellese una delle due scuole innovative che potrebbero sorgere grazie a questo progetto».

Nel frattempo, non sarà certo sfuggito ad automobilisti e passanti il rinnovato aspetto assunto dal liceo Scientifico “Avogadro”, che ha comunicato alla Provincia l’avvio di lavori di ripulitura del proprio giardino, che spetterebbero all’ente ma le cui casse al momento non lo permettono. In tre giorni di lavoro, è stata tagliata la siepe che ne  delimitava il perimetro; gli studenti potranno, così, sfruttare di più la loro nuova agorà. 

Giovanna Boglietti

Mentre sono da pochissimo ricominciate le lezioni, lavori in corso interessano almeno tre istituti biellesi. La Provincia ha dato il via all’intervento di rifacimento del cappotto interno e facciata di un’ala dell’Iti “Q. Sella” di Città Studi, volto al contenimento del calore, il cui termine è previsto tra ottobre e novembre. «Si tratta dell’ala che ospiterà le classi del liceo Classico, già opportunamente sistemate in locali presi in affitto da Città Studi», spiega il presidente Emanuele Ramella Pralungo. 

Nello stesso periodo dovrebbero, poi, concludersi i lavori ai servizi igienici all’interno della sede centrale del “Vaglio Rubens”, in viale Macallè: la riqualificazione interessa la divisione dei blocchi per sesso, al primo e al secondo piano, e annessi ripostigli. 

Oltre ai lavori di manutenzione, la Provincia guarda anche a un potenziamento dell’offerta formativa degli studenti. Spiega Ramella Pralungo: «Parteciperemo a un concorso nazionale per la realizzazione di scuole hi-tech. Il Piemonte avrà a disposizione 12 milioni di euro e vorremmo portare nel Biellese una delle due scuole innovative che potrebbero sorgere grazie a questo progetto».

Nel frattempo, non sarà certo sfuggito ad automobilisti e passanti il rinnovato aspetto assunto dal liceo Scientifico “Avogadro”, che ha comunicato alla Provincia l’avvio di lavori di ripulitura del proprio giardino, che spetterebbero all’ente ma le cui casse al momento non lo permettono. In tre giorni di lavoro, è stata tagliata la siepe che ne  delimitava il perimetro; gli studenti potranno, così, sfruttare di più la loro nuova agorà. 

Giovanna Boglietti