L’allenatore di calcio spacciava coca

14 Maggio 2009 ore 13:32
Candidato a Candelo
arrestato per droga

Allenatore di calcio trovato con cocaina e hashish
In cella anche un giovane che coltivava marijuana
 
 

(21 apr) Risulta ufficialmente un rappresentante di commercio, allena una squadra di calcio giovanile ed è candidato alle prossime elezioni nella lista di sinistra, denominata “Per Candelo”, Wilmer Baruffa, 38 anni, arrestato due giorni fa dalla Guardia di finanza per detenzione e spaccio di droga. E’ stato trovato in possesso di quasi 15 grammi di cocaina e di quattro grammi e mezzo di hashish (nella foto). La sostanza era divisa in una ventina di involucri. L’arresto è stato eseguito dai finanzieri del Nucleo di Polizia tributaria coordinati dal tenente colonnello Paolo Maurizio Cianciotta, circostanza questa che lascia intendere ulteriori sviluppi delle indagini, in merito alle quali, dal comando di via Addis Abeba, si trincerano dietro al più classico dei “no comment”. L’inchiesta è di sicuro a più ampio respiro ed è inserita tra gli obiettivi comunicati a inizio anno dal comandnate provinciale della Guardia di finanza di Biella, colonnello Salvatore Barca.
 

Candidato a Candelo
arrestato per droga
Allenatore di calcio trovato con cocaina e hashish
In cella anche un giovane che coltivava marijuana



(21 apr) Risulta ufficialmente un rappresentante di commercio, allena una squadra di calcio giovanile ed è candidato alle prossime elezioni nella lista di sinistra, denominata “Per Candelo”, Wilmer Baruffa, 38 anni, arrestato due giorni fa dalla Guardia di finanza per detenzione e spaccio di droga. E’ stato trovato in possesso di quasi 15 grammi di cocaina e di quattro grammi e mezzo di hashish. La sostanza era divisa in una ventina di involucri. L’arresto è stato eseguito dai finanzieri del Nucleo di Polizia tributaria coordinati dal tenente colonnello Paolo Maurizio Cianciotta, circostanza questa che lascia intendere ulteriori sviluppi delle indagini, in merito alle quali, dal comando di via Addis Abeba, si trincerano dietro al più classico dei “no comment”. L’inchiesta è di sicuro a più ampio respiro ed è inserita tra gli obiettivi comunicati a inizio anno dal comandnate provinciale della Guardia di finanza di Biella, colonnello Salvatore Barca. Le indagini mirano a smantellare i canali di rifornimento degli assuntori inseriti negli ambienti della cosiddetta “Biella bene”. Per le Fiamme gialle biellesi, Baruffa potrebbe essere uno dei corrieri che approvvigionano il mercato della cocaina e dell’hashish.Ieri mattina il rappresentante di commercio (difeso dall’avvocato Erica Vasta) è comparso davanti al giudice delle indagini preliminari, Claudio Passerini, che ha convalidato l’arresto e ha disposto nei suoi confronti gli arresti domiciliari nella sua abitazione di Candelo, respingendo pertanto la richiesta di custodia cautelare in carcere avanzata dal pubblico ministero.
I finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria, sono intervenuti quando hanno avuto sentore che stava arrivando a Biella uno dei corrieri che sono soliti rifornirsi nelle aree metropolitane di Torino o Milano. Nel corso della perquisizione all’auto del candelese, sono stati trovati venti involucri di cellophane contenenti quasi 15 grammi di cocaina. Come accade di norma in questi casi, la perquisizione è stata estesa anche all’abitazione del Baruffa. Che ha avuto esito positivo in quanto sono stati trovati altri quattro grammi e mezzo di hashish. Inevitabile a quel punto l’arresto.
Quello del rappresentate di commercio di Candelo non è stato l’unico arresto per droga. L’altro giorno, infatti, i carabinieri del Nucleo investigatori provinicale, hanno arrestato un giovane incensurato di Biella, Alessandro Caforio, 33 anni. E’ accusato di coltivazione illegale di stupefacenti. Nella sua abitazione, i militari hanno trovato una piccola serra attrezzata di tutto punto dov’erano coltivate una decina di piante di marijuana (nella foto). Sono stati inoltre sequestrati numerosi semi della stessa sostanza.
v.ca.

21 aprila 2009


 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità