La raccolta rifiuti a Cossato si prenota con Whatsapp

La raccolta rifiuti a Cossato si prenota con Whatsapp
Altro 16 Ottobre 2016 ore 12:47

COSSATO - Basta mucchi di materiale ingombrante o resti di sfalci e potature. La Seab ricorda che e? possibile effettuare le prenotazioni di ritiro domiciliare (esclusivamente per gli ingombranti e il verde), oltre che per mezzo del call center 800 399760 e 800 256463 (attivo da lunedi? a giovedi? dalle 8,30 alle 17 ed il venerdi? dalle 8,30 alle 15,30) anche tramite applicazione “Whatsapp’’ del proprio numero di cellulare al numero 347 4224966.

Il testo del messaggio dovra?, tassativamente, contenere le seguenti informazioni: tipo di raccolta richiesta (verde o ingombranti), nome, cognome, indirizzo e codice fiscale dell’intestatario della bolletta rifiuti, per la prenotazione del verde, comunicare il numero dei sacchi e la loro ubicazione (solo se diversa dalla prossimita? del numero civico di riferimento), mentre per la prenotazione degli ingombranti, si deve comunicare una breve descrizione del materiale da raccogliere (massimo cinque colli) e la rispettiva ubicazione (solo se diversa dalla prossimita? del numero civico di riferimento). La Seab inoltrera? un messaggio di conferma con gli estremi della prenotazione. La stessa societa? ricorda anche che il materiale potra? essere ritirato solo se lasciato su suolo pubblico ed esposto esclusivamente la sera prima del giorno di ritiro comunicato.

Il numero Whatsapp non e? abilitato a ricevere telefonate ed ha come unica finalita?, la prenotazione domiciliare di ritiro degli ingombranti e del verde. L’istituzione di questo nuovo canale, vuole essere un ulteriore servizio che Seab mette a disposizione delle utenze per agevolare il servizio relativo alla prenotazione domiciliare.

Il messaggio tramite Whatsapp puo? essere inoltrato a qualunque ora per consentire la prenotazione a coloro che, per problemi di orario, non riescono ad accedervi tramite call center. Per quest’ultimo, tuttavia, la Seab auspica di poter accorciare i tempi di attesa in linea per chi continuera? ad utilizzare il metodo telefonico tradizionale. 

Franco Graziola 

COSSATO - Basta mucchi di materiale ingombrante o resti di sfalci e potature. La Seab ricorda che e? possibile effettuare le prenotazioni di ritiro domiciliare (esclusivamente per gli ingombranti e il verde), oltre che per mezzo del call center 800 399760 e 800 256463 (attivo da lunedi? a giovedi? dalle 8,30 alle 17 ed il venerdi? dalle 8,30 alle 15,30) anche tramite applicazione “Whatsapp’’ del proprio numero di cellulare al numero 347 4224966.

Il testo del messaggio dovra?, tassativamente, contenere le seguenti informazioni: tipo di raccolta richiesta (verde o ingombranti), nome, cognome, indirizzo e codice fiscale dell’intestatario della bolletta rifiuti, per la prenotazione del verde, comunicare il numero dei sacchi e la loro ubicazione (solo se diversa dalla prossimita? del numero civico di riferimento), mentre per la prenotazione degli ingombranti, si deve comunicare una breve descrizione del materiale da raccogliere (massimo cinque colli) e la rispettiva ubicazione (solo se diversa dalla prossimita? del numero civico di riferimento). La Seab inoltrera? un messaggio di conferma con gli estremi della prenotazione. La stessa societa? ricorda anche che il materiale potra? essere ritirato solo se lasciato su suolo pubblico ed esposto esclusivamente la sera prima del giorno di ritiro comunicato.

Il numero Whatsapp non e? abilitato a ricevere telefonate ed ha come unica finalita?, la prenotazione domiciliare di ritiro degli ingombranti e del verde. L’istituzione di questo nuovo canale, vuole essere un ulteriore servizio che Seab mette a disposizione delle utenze per agevolare il servizio relativo alla prenotazione domiciliare.

Il messaggio tramite Whatsapp puo? essere inoltrato a qualunque ora per consentire la prenotazione a coloro che, per problemi di orario, non riescono ad accedervi tramite call center. Per quest’ultimo, tuttavia, la Seab auspica di poter accorciare i tempi di attesa in linea per chi continuera? ad utilizzare il metodo telefonico tradizionale. 

Franco Graziola