Menu
Cerca

«La Provincia di Biella è salva, fuori dal dissesto»

«La Provincia di Biella è salva, fuori dal dissesto»
Altro 07 Novembre 2015 ore 14:58

BIELLA - Il tanto atteso annuncio è giunto ieri, intorno all’ora di pranzo. E a renderlo pubblico è il presidente della Provincia di Biella, Emanuele Ramella Pralungo. «Il Decreto ministeriale di approvazione dell’ipotesi di bilancio stabilmente riequilibrato è stato approvato. Con l’Ente in dissesto finanziario la situazione appariva drammatica. Sembrava che non ci fossero vie d’uscita e che il destino della Provincia di Biella, intesa sia come Ente che come territorio, fosse segnato». Invece non sarà così. «Fino a un anno fa - sottolinea Ramella Pralungo - sui giornali si leggeva solamente “non ci sono i soldi” e che si sarebbero dovute chiudere le gallerie, chiudere i plessi scolastici perché non si potevano accendere i riscaldamenti, chiudere le strade in caso di neve perché non si potevano spazzare le strade, insomma l’Ente non avrebbe più avuto modo di erogare alcun servizio ai cittadini ed ai Comuni e quindi non avrebbe più potuto adempiere al proprio ruolo». Poi la svolta, con una serie di scelte politiche impossibili da prendere quando l’ente era commissariato. «Dopo un anno di gestione - dice il presidente con orgoglio -, di duro lavoro e di battaglie politiche che ho sostenuto a livello regionale e ministeriale si cominciano a vedere i risultati ed il Decreto ministeriale  è un tassello fondamentale per il futuro dell’Ente e del territorio Biellese. Significa che il Ministero, che attraverso un suo rappresentante aveva dato per spacciata la Provincia di Biella, oggi ci comunica di aver approvato l’ipotesi di bilancio stabilmente riequilibrato e che la macchina provinciale può ricominciare a marciare a pieni giri». 

Enzo Panelli  

Leggi di più sull’Eco di Biella di sabato 7 novembre 2015 

BIELLA - Il tanto atteso annuncio è giunto ieri, intorno all’ora di pranzo. E a renderlo pubblico è il presidente della Provincia di Biella, Emanuele Ramella Pralungo. «Il Decreto ministeriale di approvazione dell’ipotesi di bilancio stabilmente riequilibrato è stato approvato. Con l’Ente in dissesto finanziario la situazione appariva drammatica. Sembrava che non ci fossero vie d’uscita e che il destino della Provincia di Biella, intesa sia come Ente che come territorio, fosse segnato». Invece non sarà così. «Fino a un anno fa - sottolinea Ramella Pralungo - sui giornali si leggeva solamente “non ci sono i soldi” e che si sarebbero dovute chiudere le gallerie, chiudere i plessi scolastici perché non si potevano accendere i riscaldamenti, chiudere le strade in caso di neve perché non si potevano spazzare le strade, insomma l’Ente non avrebbe più avuto modo di erogare alcun servizio ai cittadini ed ai Comuni e quindi non avrebbe più potuto adempiere al proprio ruolo». Poi la svolta, con una serie di scelte politiche impossibili da prendere quando l’ente era commissariato. «Dopo un anno di gestione - dice il presidente con orgoglio -, di duro lavoro e di battaglie politiche che ho sostenuto a livello regionale e ministeriale si cominciano a vedere i risultati ed il Decreto ministeriale  è un tassello fondamentale per il futuro dell’Ente e del territorio Biellese. Significa che il Ministero, che attraverso un suo rappresentante aveva dato per spacciata la Provincia di Biella, oggi ci comunica di aver approvato l’ipotesi di bilancio stabilmente riequilibrato e che la macchina provinciale può ricominciare a marciare a pieni giri». 

Enzo Panelli  

Leggi di più sull’Eco di Biella di sabato 7 novembre 2015