La Conca di Oropa tornerà a rivivere

La Conca di Oropa tornerà a rivivere
Altro 10 Luglio 2015 ore 20:49

Valorizzazione della Conca di Oropa. E’ questa la parola d’ordine che si sono dati Comune di Biella, Cai e Santuario di Oropa, gli attori che hanno sigillato un protocollo d’intesa per il recupero delle vie ferrate dell’area a nord del Santuario e dei vari sentieri che conducono ai punti più appetibili che la montagna biellese propone. Un impegno totale di 23mila euro circa che verranno impiegati appunto per la rivalutazione dell’area. 

Valorizzazione della Conca di Oropa. E’ questa la parola d’ordine che si sono dati Comune di Biella, Cai e Santuario di Oropa, gli attori che hanno sigillato un protocollo d’intesa per il recupero delle vie ferrate dell’area a nord del Santuario e dei vari sentieri che conducono ai punti più appetibili che la montagna biellese propone. Un impegno totale di 23mila euro circa che verranno impiegati appunto per la rivalutazione dell’area. 

«In  occasione  dello  svolgimento  nel  prossimo  mese  di luglio della storica processione da Fontainemore (Valle d’Aosta) ad Oropa - si legge nella delibera comunale -, considerato l'elevato  potenziale “turistico” di  questo  evento,  programmato  ogni  cinque  anni  (da associare  inevitabilmente  alla “Passione  di  Sordevolo” ed all’Expo  2015),  è  stato avviato un tavolo informativo con i soggetti operanti a vario titolo nella conca di Oropa, con  particolare  riguardo  al  Santuario  di  Oropa,  in  qualità  di  proprietario  delle  aree,  alla Fondazione  Funivie  di  Oropa,  alla  Regione  Piemonte,  alla  Comunità  Montana “La Burch”,  all’Atl  ed  alle  associazioni  del  territorio  dedicate  alla  montagna  ed all’escursionismo,  per  valutare  e  concertare  gli interventi   manutentivi   necessari   e indispensabili, sul percorso devozionale e sulla rete sentieristica della Conca di Oropa in generale, e quindi individuare modalità operative e tempistiche per l’esecuzione dei lavori e delle forniture, al fine di  garantire una sicura percorribilità nell’immediato da parte dei pellegrini ma a beneficio comunque di tutti gli escursionisti». Con questa premessa il Comune di Biella dà il via libera al recupero della Conca di Oropa, dai sentieri alle vie ferrate. 

E.P.