Menu
Cerca

L’ex Atap garage della Protezione Civile

L’ex Atap garage della Protezione Civile
Altro 25 Novembre 2015 ore 17:37

BIELLA - Se qualcuno avesse, in un primo momento, temuto per un possibile definitivo svuotamento dell’ex sede Atap di viale Macallè, dopo il trasferimento ad altra sede dell’azienda di trasporti pubblici locale, il susseguirsi di progetti e disposizioni che ne vedono la struttura protagonista arriva come una continua smentita verso questa preoccupazione.
La giunta comunale di Biella ha, infatti, deliberato un nuovo utilizzo dell’ex Atap in città. E questa volta, vuole la decisione dell’amministrazione, i suoi spazi funzioneranno da ricovero
per i mezzi della Protezione Civile. È così che l’ex Atap verrà utilizzata per rispondere all’urgenza creatasi a seguito della demolizione dell’area che aveva in precedenza accolto i mezzi del Corpo e che è stata, poi, adibita ad accogliere il parcheggio pubblico per il recupero dell’area dell’ex “Maglificio Boglietti”.
In particolare, la proposta dell’assessore al Patrimonio Giorgio Gaido, accolta all’unanimità dal resto della giunta guidata dal sindaco Marco Cavicchioli, prevede che l’uso dei locali dell’ex Atap sia di tipo temporaneo per l’area “ex lavaggio ” e che in un secondo momento, ovvero una volta terminati i lavori di messa in sicurezza degli spazi e di installazione dell’allarme,
venga esclusivamente utilizzata come autorimessa la cosiddetta “ex officina”.
Con questa nuova funzione, l’identità dell’ex sede Atap di viale Macallè, tornata alla disponibilità del Comune dallo scorso ottobre, si arricchisce di un’altra sfaccettatura.
Il futuro la vedrà sede del Polo agroalimentare scolastico; nel presente è dormitorio per i migranti e deposito della Banca del Giocattolo. Ora vi tornano i mezzi di trasporto. Ma dei volontari.
G.B.

BIELLA - Se qualcuno avesse, in un primo momento, temuto per un possibile definitivo svuotamento dell’ex sede Atap di viale Macallè, dopo il trasferimento ad altra sede dell’azienda di trasporti pubblici locale, il susseguirsi di progetti e disposizioni che ne vedono la struttura protagonista arriva come una continua smentita verso questa preoccupazione.
La giunta comunale di Biella ha, infatti, deliberato un nuovo utilizzo dell’ex Atap in città. E questa volta, vuole la decisione dell’amministrazione, i suoi spazi funzioneranno da ricovero
per i mezzi della Protezione Civile. È così che l’ex Atap verrà utilizzata per rispondere all’urgenza creatasi a seguito della demolizione dell’area che aveva in precedenza accolto i mezzi del Corpo e che è stata, poi, adibita ad accogliere il parcheggio pubblico per il recupero dell’area dell’ex “Maglificio Boglietti”.
In particolare, la proposta dell’assessore al Patrimonio Giorgio Gaido, accolta all’unanimità dal resto della giunta guidata dal sindaco Marco Cavicchioli, prevede che l’uso dei locali dell’ex Atap sia di tipo temporaneo per l’area “ex lavaggio ” e che in un secondo momento, ovvero una volta terminati i lavori di messa in sicurezza degli spazi e di installazione dell’allarme,
venga esclusivamente utilizzata come autorimessa la cosiddetta “ex officina”.
Con questa nuova funzione, l’identità dell’ex sede Atap di viale Macallè, tornata alla disponibilità del Comune dallo scorso ottobre, si arricchisce di un’altra sfaccettatura.
Il futuro la vedrà sede del Polo agroalimentare scolastico; nel presente è dormitorio per i migranti e deposito della Banca del Giocattolo. Ora vi tornano i mezzi di trasporto. Ma dei volontari.
G.B.