Istituto “Gae Aulenti”, festa per l’intitolazione ufficiale

Istituto “Gae Aulenti”, festa per l’intitolazione ufficiale
Altro 09 Maggio 2017 ore 21:11

BIELLA - È ormai per tutti l’Iis “Gae Aulenti” di Biella. E quella percezione di unità, nata dalla fusione tra l’Iis “Vaglio Rubens”, comprendente Geometri e Agrario, l’Ipsia “G. Ferraris” e l’Ipssar o Alberghiero “E. Zegna”, si può dire si sia oramai consolidata. Ma per l’istituto, diretto dal preside Cesare Molinari, doveva ancora arrivare il tempo dell’ufficializzazione.

Lo è stato venerdì scorso, quando nella sede di viale Macallè si è svolta la cerimonia di intitolazione della stessa scuola alla designer, architetto e scenografa friulana che ha messo mano al progetto, tra l’altro, di Città Studi di Biella. Che gli studenti del “Gae Aulenti” hanno celebrato con uno spettacolo, curato dalla professoressa Palmina D’Alessandro.

Il progetto “Omaggio a Gae Aulenti” - ha spiegato Palmina D’Alessandro in un video ufficiale - comincia da chi è stata Gae Aulenti e quali opere ne hanno contraddistinto la carriera. «Abbiamo voluto, non a caso, festeggiare la nascita della nuova scuola, con la consegna di borse di studio dal forte valore simbolico. Gae Aulenti ha lasciato interviste ricche di messaggi ai giovani, come quello di guardare al futuro per fare qualcosa per sé e per gli altri e di lavorare con entusiasmo e curiosità a qualsiasi età».

Ad assistere e a commentare l’evento, a fianco del preside Molinari, personalità di spicco come Fabrizio Manca, alla guida dell’Ufficio Scolastico Regionale del Piemonte e Lisa Lucia, vicario del dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale Marco Zanotti, non presente per motivi di salute, come il senatore Gianluca Susta e il presidente della Provincia di Biella, Emanuele Ramella Pralungo.

Cerimonia nella cerimonia, la consegna delle borse di studio destinate a sedici allievi che si sono distinti lo scorso anno scolastico. Hanno ricevuto le borse di studio intitolate a “Giorgio Pessina”: Ludovico Raviglione, Caterina Barbera, Giada Milli, Matteo Peruccio, Alessandro Coda Zabetta e Riccardo Montanaro. Le borse di studio “Garden Club” sono state, invece, consegnate a Giulio Bonato e a Lara Canale. Al giovane Massimo Moretti è andata la borsa messa a disposizione dall’Associazione Biellese Floricoltori e Vivaisti; mente alle compagne Alessia Tarello e Beatrice Antonello è stato consegnato il riconoscimento della Tenuta “La Malpenga”. Infine, gli allievi Matteo Bordet, Silvia Godardi, Alessia Pellicane, Clivia Mandato e Lucrezia Gaeta hanno vinto le borse di studio “Gae Aulenti”. Che, ora, è ufficialmente memoria scolastica dell’istituto.

Giovanna Boglietti

BIELLA - È ormai per tutti l’Iis “Gae Aulenti” di Biella. E quella percezione di unità, nata dalla fusione tra l’Iis “Vaglio Rubens”, comprendente Geometri e Agrario, l’Ipsia “G. Ferraris” e l’Ipssar o Alberghiero “E. Zegna”, si può dire si sia oramai consolidata. Ma per l’istituto, diretto dal preside Cesare Molinari, doveva ancora arrivare il tempo dell’ufficializzazione.

Lo è stato venerdì scorso, quando nella sede di viale Macallè si è svolta la cerimonia di intitolazione della stessa scuola alla designer, architetto e scenografa friulana che ha messo mano al progetto, tra l’altro, di Città Studi di Biella. Che gli studenti del “Gae Aulenti” hanno celebrato con uno spettacolo, curato dalla professoressa Palmina D’Alessandro.

Il progetto “Omaggio a Gae Aulenti” - ha spiegato Palmina D’Alessandro in un video ufficiale - comincia da chi è stata Gae Aulenti e quali opere ne hanno contraddistinto la carriera. «Abbiamo voluto, non a caso, festeggiare la nascita della nuova scuola, con la consegna di borse di studio dal forte valore simbolico. Gae Aulenti ha lasciato interviste ricche di messaggi ai giovani, come quello di guardare al futuro per fare qualcosa per sé e per gli altri e di lavorare con entusiasmo e curiosità a qualsiasi età».

Ad assistere e a commentare l’evento, a fianco del preside Molinari, personalità di spicco come Fabrizio Manca, alla guida dell’Ufficio Scolastico Regionale del Piemonte e Lisa Lucia, vicario del dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale Marco Zanotti, non presente per motivi di salute, come il senatore Gianluca Susta e il presidente della Provincia di Biella, Emanuele Ramella Pralungo.

Cerimonia nella cerimonia, la consegna delle borse di studio destinate a sedici allievi che si sono distinti lo scorso anno scolastico. Hanno ricevuto le borse di studio intitolate a “Giorgio Pessina”: Ludovico Raviglione, Caterina Barbera, Giada Milli, Matteo Peruccio, Alessandro Coda Zabetta e Riccardo Montanaro. Le borse di studio “Garden Club” sono state, invece, consegnate a Giulio Bonato e a Lara Canale. Al giovane Massimo Moretti è andata la borsa messa a disposizione dall’Associazione Biellese Floricoltori e Vivaisti; mente alle compagne Alessia Tarello e Beatrice Antonello è stato consegnato il riconoscimento della Tenuta “La Malpenga”. Infine, gli allievi Matteo Bordet, Silvia Godardi, Alessia Pellicane, Clivia Mandato e Lucrezia Gaeta hanno vinto le borse di studio “Gae Aulenti”. Che, ora, è ufficialmente memoria scolastica dell’istituto.

Giovanna Boglietti