Infermieri, tirocini Master a Biella

Infermieri, tirocini Master a Biella
Altro 09 Ottobre 2015 ore 19:18

BIELLA – L’Azienda sanitaria locale di Biella e l’Università degli Studi di Torino hanno firmato nei giorni scorsi una convenzione che consentirà ad alcuni studenti del Master di primo livello in “Infermieristica di Famiglia e di Comunità” di effettuare il tirocinio presso i servizi dell’Asl Bi. Con la firma di questa convenzione, che sarà valida anche nell’anno accademico 2015-2016, l’Azienda sanitaria si impegna ad ospitare, già entro quest’anno, quattro studenti mettendo a loro disposizione attrezzature, aule, presidi didattici e tutor che li guideranno durante il percorso formativo pratico. Il Master è organizzato dal Dipartimento di scienze cliniche e biologiche della scuola di medicina dell’Università di Torino ed è un percorso che mira alla formazione di professionisti che, per la presa in carico del soggetto, si integrano e dialogano con tutte le figure sanitarie presenti sul territorio. L’infermiere di famiglia e di comunità, infatti, ha un ruolo fondamentale nella promozione della salute, nella prevenzione della malattia, nella riabilitazione e nell’assistenza ai malati e ai morenti. Anche se il titolo di “Infermiere di famiglia” fa supporre che oggetto dell’assistenza siano soltanto i membri delle famiglie, così come comunemente intese, in effetti il ruolo di questa figura professionale è molto più ampio, comprendendo tutte le persone della comunità, anche persone senza fissa dimora ed emarginate. 
Gianni Bonelli, direttore dell’Asl di Biella, commenta: «Con la firma di questa convenzione, l’Azienda sanitaria rafforza ulteriormente i rapporti già in essere con il mondo universitario. Per gli studenti del Master, poi, poter compiere parte del proprio percorso formativo all’interno dei nostri servizi significherà misurarsi con percorsi innovativi di presa in carico del paziente. I tirocinanti avranno modo, infatti, di conoscere i modelli organizzativi che l’Asl di Biella impiega nell’ambito dell’assistenza infermieristica, in particolare il “Primary Nursing”». Il modello “Primary Nursing” è stato avviato a Biella in forma sperimentale nel 2010, dopo tre anni di fase preparatoria. Ad oggi, l’Azienda sanitaria locale resta tra i pochi centri sul territorio nazionale ad averlo adottato, passando da un’organizzazione del lavoro infermieristico strutturata per “compiti” e “funzioni” ad un approccio di “presa in carico” del paziente.

E.P.

BIELLA – L’Azienda sanitaria locale di Biella e l’Università degli Studi di Torino hanno firmato nei giorni scorsi una convenzione che consentirà ad alcuni studenti del Master di primo livello in “Infermieristica di Famiglia e di Comunità” di effettuare il tirocinio presso i servizi dell’Asl Bi. Con la firma di questa convenzione, che sarà valida anche nell’anno accademico 2015-2016, l’Azienda sanitaria si impegna ad ospitare, già entro quest’anno, quattro studenti mettendo a loro disposizione attrezzature, aule, presidi didattici e tutor che li guideranno durante il percorso formativo pratico. Il Master è organizzato dal Dipartimento di scienze cliniche e biologiche della scuola di medicina dell’Università di Torino ed è un percorso che mira alla formazione di professionisti che, per la presa in carico del soggetto, si integrano e dialogano con tutte le figure sanitarie presenti sul territorio. L’infermiere di famiglia e di comunità, infatti, ha un ruolo fondamentale nella promozione della salute, nella prevenzione della malattia, nella riabilitazione e nell’assistenza ai malati e ai morenti. Anche se il titolo di “Infermiere di famiglia” fa supporre che oggetto dell’assistenza siano soltanto i membri delle famiglie, così come comunemente intese, in effetti il ruolo di questa figura professionale è molto più ampio, comprendendo tutte le persone della comunità, anche persone senza fissa dimora ed emarginate. 
Gianni Bonelli, direttore dell’Asl di Biella, commenta: «Con la firma di questa convenzione, l’Azienda sanitaria rafforza ulteriormente i rapporti già in essere con il mondo universitario. Per gli studenti del Master, poi, poter compiere parte del proprio percorso formativo all’interno dei nostri servizi significherà misurarsi con percorsi innovativi di presa in carico del paziente. I tirocinanti avranno modo, infatti, di conoscere i modelli organizzativi che l’Asl di Biella impiega nell’ambito dell’assistenza infermieristica, in particolare il “Primary Nursing”». Il modello “Primary Nursing” è stato avviato a Biella in forma sperimentale nel 2010, dopo tre anni di fase preparatoria. Ad oggi, l’Azienda sanitaria locale resta tra i pochi centri sul territorio nazionale ad averlo adottato, passando da un’organizzazione del lavoro infermieristico strutturata per “compiti” e “funzioni” ad un approccio di “presa in carico” del paziente.

E.P.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli