In parapendio dall’Oasi Zegna alla Sicilia

In parapendio dall’Oasi Zegna alla Sicilia
Altro 29 Maggio 2015 ore 09:08

TRIVERO - Una cullata lunga un paio di mesi. Tra onde d’aria, correnti termiche, saliscendi dalle montagne al mare, lungo il profilo di un intero Stivale. Pierandrea Patrucco, due volte campione italiano di parapendio e due volte vincitore della World XContest biposto, originario di Loranzè d’Ivrea, ha scelto proprio il Biellese per dare il via a questa incredibile e magica avventura a bordo del suo “para”: mercoledì mattina, accompagnato da un buon numero di amici - arrivati sul posto grazie a un servizio navetta organizzato per l’occasione dalla Valle Cervo - Patrucco è decollato dai prati del poggio Biella, nei pressi del Piazzale Due di Bielmonte. Da qui, il volo proseguirà per giorni e giorni sino a diventare qualcosa in più di una semplice cronaca sportiva: l’attraversamento via-aria di tutta l’Italia, da Nord a Sud, sino alla Sicilia.

L’impresa, della quale hanno reso conto anche numerose testate nazionali, è in fase di preparazione da mesi.  «Ho deciso di intraprendere questo viaggio semplicemente perché è il mio sogno e perché ho voglia di realizzarlo», spiegava Patrucco qualche settimana fa, alla conferenza stampa ufficiale di presentazione dell’ avventura. Una voglia di libertà, supportata però da una buona dose di preparazione tecnica: Pierandrea ha infatti ben in mente il tragitto che percorrerà dopo la prima tappa di ieri, terminata a Pinerolo. Dapprima in volo verso la Liguria,  quindi una virata a est verso Piacenza e Modena, poi verso sud, seguendo le vette degli Appennini fino all’estremo della Calabria. L’idea, nelle intenzioni, è quella di attraversare anche  lo Stretto di Messina. La sua impresa si può seguire sul sito www.xkap1111.it e sulla relativa pagina Facebook. 

Veronica Balocco

TRIVERO - Una cullata lunga un paio di mesi. Tra onde d’aria, correnti termiche, saliscendi dalle montagne al mare, lungo il profilo di un intero Stivale. Pierandrea Patrucco, due volte campione italiano di parapendio e due volte vincitore della World XContest biposto, originario di Loranzè d’Ivrea, ha scelto proprio il Biellese per dare il via a questa incredibile e magica avventura a bordo del suo “para”: mercoledì mattina, accompagnato da un buon numero di amici - arrivati sul posto grazie a un servizio navetta organizzato per l’occasione dalla Valle Cervo - Patrucco è decollato dai prati del poggio Biella, nei pressi del Piazzale Due di Bielmonte. Da qui, il volo proseguirà per giorni e giorni sino a diventare qualcosa in più di una semplice cronaca sportiva: l’attraversamento via-aria di tutta l’Italia, da Nord a Sud, sino alla Sicilia.

L’impresa, della quale hanno reso conto anche numerose testate nazionali, è in fase di preparazione da mesi.  «Ho deciso di intraprendere questo viaggio semplicemente perché è il mio sogno e perché ho voglia di realizzarlo», spiegava Patrucco qualche settimana fa, alla conferenza stampa ufficiale di presentazione dell’ avventura. Una voglia di libertà, supportata però da una buona dose di preparazione tecnica: Pierandrea ha infatti ben in mente il tragitto che percorrerà dopo la prima tappa di ieri, terminata a Pinerolo. Dapprima in volo verso la Liguria,  quindi una virata a est verso Piacenza e Modena, poi verso sud, seguendo le vette degli Appennini fino all’estremo della Calabria. L’idea, nelle intenzioni, è quella di attraversare anche  lo Stretto di Messina. La sua impresa si può seguire sul sito www.xkap1111.it e sulla relativa pagina Facebook. 

Veronica Balocco