In mille per nove posti da infermiere

In mille per nove posti da infermiere
Altro 27 Ottobre 2016 ore 12:45

BIELLA - Una prima scrematura è arrivata in modo assolutamente naturale, ancor prima che la commissione si mettesse a correggere gli elaborati che i laureati in inferimeristica hanno dovuto compilare durante il primo test per arrivare all’assunzione. Nove i posti complessivi, a tempo indeterminato, quasi tremila gli iscritti al concorso che ha visto l’apertura ieri mattina. Come detto, però, una prima scrematura è arrivata subito. Si sono presentati “solamente” 983 candidati per sottoporsi al test, composto da trenta domande a risposta multipla, predisposto per l’occasione della commissione.

E sono arrivati da tutta Italia, visto che i concorsi che vengono organizzati in altre province fanno contare ben più candidati. «Da Bologna a Torino - sottolinea una giovane proveniente da Alessandria - si viaggiava intorno ai cinquemila candidati per una ventina di posti. Questo di Biella è decisamente più ridotto». Anche perché all’appello non si sono presentati in tremila, bensì in meno di mille. Facendo accrescere la fiducia tra quelli che hanno deciso di raggiungere il Palazzetto dello Sport, sede individuata per sostenere la prima prova.

Come quando gioca l’Angelico in casa, anche ieri mattina una parte del Biella Forum si è riempita. I candidati sono stati fatti accomodare nella tribuna Blu e il colpo d’occhio ha subito ricordato una giornata di campionato. Solo che, in palio, ci sono nove posti a tempo indeterminato e non i classici due punti in classifica.
Enzo Panelli

Leggi di più sull'Eco di Biella di giovedì 27 ottobre 2016

BIELLA - Una prima scrematura è arrivata in modo assolutamente naturale, ancor prima che la commissione si mettesse a correggere gli elaborati che i laureati in inferimeristica hanno dovuto compilare durante il primo test per arrivare all’assunzione. Nove i posti complessivi, a tempo indeterminato, quasi tremila gli iscritti al concorso che ha visto l’apertura ieri mattina. Come detto, però, una prima scrematura è arrivata subito. Si sono presentati “solamente” 983 candidati per sottoporsi al test, composto da trenta domande a risposta multipla, predisposto per l’occasione della commissione.

E sono arrivati da tutta Italia, visto che i concorsi che vengono organizzati in altre province fanno contare ben più candidati. «Da Bologna a Torino - sottolinea una giovane proveniente da Alessandria - si viaggiava intorno ai cinquemila candidati per una ventina di posti. Questo di Biella è decisamente più ridotto». Anche perché all’appello non si sono presentati in tremila, bensì in meno di mille. Facendo accrescere la fiducia tra quelli che hanno deciso di raggiungere il Palazzetto dello Sport, sede individuata per sostenere la prima prova.

Come quando gioca l’Angelico in casa, anche ieri mattina una parte del Biella Forum si è riempita. I candidati sono stati fatti accomodare nella tribuna Blu e il colpo d’occhio ha subito ricordato una giornata di campionato. Solo che, in palio, ci sono nove posti a tempo indeterminato e non i classici due punti in classifica.
Enzo Panelli

Leggi di più sull'Eco di Biella di giovedì 27 ottobre 2016