Altro

In arrivo asfaltature per 730mila euro

In arrivo asfaltature per 730mila euro
Altro Grande Biella, 27 Settembre 2015 ore 08:22

«Se dovessimo intervenire su tutti i malati gravi avremmo bisogno di due milioni e mezzo di euro. Per intervenire sui soli morti, ne bastano un milione e mezzo. Noi questa cifra non l’abbiamo: ne abbiamo la metà. Ed è da qui che partiremo». Il presidente della provincia Emanuele Ramella Pralungo introduce così la prima, massiccia tranche di interventi che l’ente di via Quintino Sella metterà in campo sulle strade provinciali del territorio, ormai in stato di diffuso dissesto. «La maggior parte della nostra rete viaria - chiarisce Ramella - non viene riasfaltata da anni, almeno dal 2011. E visto lo stato in cui ora versano molte arterie, in vista della stagione invernale in cui sarà necessario provvedere anche allo sgombero della neve, abbiamo ritenuto importante mettere in sicurezza, con una manutenzione straordinaria, i punti più critici». A consentire l’opera, alcuni fondi che la Provincia ha a disposizione a seguito degli eventi alluvionali dello scorso anno: «A fronte di una richiesta di 11 milioni di euro abbiamo ricevuto un milione 650mila euro - chiarisce il presidente - Molto poco. Oggi, quello che abbiamo a disposizione di quella somma lo investiremo anche per questo importante capitolo. Altri interventi ci auguriamo possano essere intrapresi la prossima primavera, con altri fondi a disposizione, ma l’intenzione è quella di accantonare una somma ogni anno da destinare proprio alla manutenzione straordinaria delle strade».

La prima tranche di interventi, che prenderà il via tra fine settembre e inizio ottobre, con 30 giorni di tempo per l’esecuzione, riguarda i casi dei veri “defunti”. Si tratta di un pacchetto di opere urgenti, per un totale di 730mila euro di spesa, selezionate sulla base di alcuni criteri precisi: dal grado di ammaloramento dei piani viabili, alle condizioni di esercizio dei collegamenti stradali, sino al grado di utilizzo delle singole strade, al conseguente livello di servizio da garantire, e al potenziale ulteriore peggioramento delle condizioni del manto in vista dell’imminenza della stagione invernale. Si tratta in totale di sedici tratti di strada, suddivisi in tre lotti distinti per dislocazione geografica. «Un mezzo, quello dei lotti, che ci auspichiamo potrà consentirci di affidare gli interventi a più aziende contemporaneamente, in modo da sveltire il tutto».

Veronica Balocco

Leggi di più sull’Eco di Biella di sabato 26 settembre 2015 

«Se dovessimo intervenire su tutti i malati gravi avremmo bisogno di due milioni e mezzo di euro. Per intervenire sui soli morti, ne bastano un milione e mezzo. Noi questa cifra non l’abbiamo: ne abbiamo la metà. Ed è da qui che partiremo». Il presidente della provincia Emanuele Ramella Pralungo introduce così la prima, massiccia tranche di interventi che l’ente di via Quintino Sella metterà in campo sulle strade provinciali del territorio, ormai in stato di diffuso dissesto. «La maggior parte della nostra rete viaria - chiarisce Ramella - non viene riasfaltata da anni, almeno dal 2011. E visto lo stato in cui ora versano molte arterie, in vista della stagione invernale in cui sarà necessario provvedere anche allo sgombero della neve, abbiamo ritenuto importante mettere in sicurezza, con una manutenzione straordinaria, i punti più critici». A consentire l’opera, alcuni fondi che la Provincia ha a disposizione a seguito degli eventi alluvionali dello scorso anno: «A fronte di una richiesta di 11 milioni di euro abbiamo ricevuto un milione 650mila euro - chiarisce il presidente - Molto poco. Oggi, quello che abbiamo a disposizione di quella somma lo investiremo anche per questo importante capitolo. Altri interventi ci auguriamo possano essere intrapresi la prossima primavera, con altri fondi a disposizione, ma l’intenzione è quella di accantonare una somma ogni anno da destinare proprio alla manutenzione straordinaria delle strade».

La prima tranche di interventi, che prenderà il via tra fine settembre e inizio ottobre, con 30 giorni di tempo per l’esecuzione, riguarda i casi dei veri “defunti”. Si tratta di un pacchetto di opere urgenti, per un totale di 730mila euro di spesa, selezionate sulla base di alcuni criteri precisi: dal grado di ammaloramento dei piani viabili, alle condizioni di esercizio dei collegamenti stradali, sino al grado di utilizzo delle singole strade, al conseguente livello di servizio da garantire, e al potenziale ulteriore peggioramento delle condizioni del manto in vista dell’imminenza della stagione invernale. Si tratta in totale di sedici tratti di strada, suddivisi in tre lotti distinti per dislocazione geografica. «Un mezzo, quello dei lotti, che ci auspichiamo potrà consentirci di affidare gli interventi a più aziende contemporaneamente, in modo da sveltire il tutto».

Veronica Balocco

Leggi di più sull’Eco di Biella di sabato 26 settembre 2015 

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter