Il simposio di Occhieppo Inferiore entra nel vivo tra arte e musica

Il simposio di Occhieppo Inferiore entra nel vivo  tra arte e musica
Altro 31 Agosto 2014 ore 23:41

Occhieppo Inferiore
La sedicesima edizione del simposio d’arte di Occhieppo Inferiore, iniziata mercoledì scorso, ormai divenuta una tradizione per Occhieppo Inferiore, è entrata nel vivo. Sarà un’edizione in linea con la tradizione, ma ricca di appuntamenti e di occasioni di festa in paese. Il simposio nasce grazie alla collaborazione di molte persone, specie al volontariato di molti occhieppesi.
Da lì, la tradizione di   una manifestazione di respiro internazionale, con artisti che provengono dall’est Europa, dall’Iran, da Israele, dall’Ungheria e dall’India e che in questi giorni stanno realizzando in paese le loro opere.

 Collaborare. Nel tempo molti artisti ritornano nel Biellese quasi come se fosse un appuntamento fisso. Edizione dopo edizione, una metà degli artisti è conosciuta e un’altra metà si rinnova, aumentando così la risonanza dell’evento.
Il format  scelto per l’edizione 2014 segue quello che, con ottimo successo, ha da subito contraddistinto il simposio, ossia  quello di privilegiare la collaborazione di aziende locali, che si sono offerte per sponsorizzare alcune serate.
E’ il caso dell’Orto di Beatrice o quello dell’Orto solidale Scec, che questa sera offrirà l’apericena al polivalente.
Diverse realtà occhieppesi, non solo aziende ma anche associazioni, come il Biella Bike,  hanno poi offerto la loro collaborazione: ieri dopo una vera e propria jam session di gruppi locali, che si sono esibiti sabato sera, hanno organizzato una passeggiata lungo le piste ciclabili sino alla Bessa.
In questa settimana la festa, perchè il simposio sta riguardando molte famiglie occhieppesi, entrerà nel vivo. Non mancheranno eventi legati ai bimbi, organizzati dall’associazione genitori di Occhieppo, mentre gli artisti internazionali lavoreranno all’interno della struttura del polivalente. Gli artistio, per tutto il periodo del simposio, saranno ospitati da famiglie locali.
 Il 6 settembre sarà sarà la giornata del vernissage delle opere realizzate, che rimarranno poi a San Clemente almeno sino a tutto il mese di ottobre. Il Comune infine, con la nuova amministrazione guidata dal sindaco Monica Mosca, ha lanciato un’iniziativa “Art ad hoc”, con un bando pensato per  abbellire con murales l’area verde nei pressi del polivalente.