Menu
Cerca

Il preside dell’Alberghiero in Oriente “in tirocinio”

Il preside dell’Alberghiero in Oriente “in tirocinio”
Altro 16 Ottobre 2015 ore 16:47

BIELLA - In tutto, andata e ritorno più spostamenti intermedi, fanno 56 ore di viaggio, per cinque giorni di trasferta. È quanto si prepara ad affrontare il preside dell’Ipssar “Zegna”, Cesare Molinari, partito per l’Oriente ieri e dove rimarrà fino a mercoledì prossimo, 21 ottobre.

Il dirigente scolastico dell’Alberghiero si dividerà, infatti, tra la Thailandia e la Corea del Sud. Obiettivo: procedere alla visita di tre scuole coreane e di un istituto agrario thailandese. Se, infatti, i rapporti con realtà scolastiche attorno a Seul sono cominciati già dal 2012, con il gemellaggio tra l’Ipssar “Zegna” e la Korea Culinary Arts Science High School, un contatto ufficiale con Bangkok e la provincia di Phuket sono tutti da costruire. 

«Da un lato, questo mio viaggio intende consolidare rapporti già esistenti, è il caso degli scambi che hanno portato a Biella una 15ina di studenti coreani o altrettanti biellesi e i nostri professori Andrea Botalla e Alberto Peveraro in Corea - spiega Cesare Molinari - Dall’altro lato, vorremmo aumentare il numero di allievi da inviare in Thailandia, meta con la quale, grazie a ex allievi rimasti a lavorare lì, stiamo coltivando contatti con diverse strutture ricettive. L’idea è quella di offrire ai nostri studenti un’alternanza scuola-lavoro in questi Paesi, da effettuare anche durante l’anno scolastico. E capire se è possibile avere temporaneamente docenti stranieri nel nostro istituto». 

Il raggio d’azione lungo, d’altronde, da tempo contraddistingue gli stage estivi dell’Alberghiero biellese. «Si tratta di un’opportunità che intendiamo dare ai ragazzi per “smuovere” il loro curriculum nell’ottica di fare un’esperienza professionale di tre o quattro mesi in capo al mondo». Un’occasione, quindi, che in realtà prima degli studenti porterà in Oriente, appunto, il preside, deciso a valutare in prima persona aziende e scuole estere.  

Giovanna Boglietti

BIELLA - In tutto, andata e ritorno più spostamenti intermedi, fanno 56 ore di viaggio, per cinque giorni di trasferta. È quanto si prepara ad affrontare il preside dell’Ipssar “Zegna”, Cesare Molinari, partito per l’Oriente ieri e dove rimarrà fino a mercoledì prossimo, 21 ottobre.

Il dirigente scolastico dell’Alberghiero si dividerà, infatti, tra la Thailandia e la Corea del Sud. Obiettivo: procedere alla visita di tre scuole coreane e di un istituto agrario thailandese. Se, infatti, i rapporti con realtà scolastiche attorno a Seul sono cominciati già dal 2012, con il gemellaggio tra l’Ipssar “Zegna” e la Korea Culinary Arts Science High School, un contatto ufficiale con Bangkok e la provincia di Phuket sono tutti da costruire. 

«Da un lato, questo mio viaggio intende consolidare rapporti già esistenti, è il caso degli scambi che hanno portato a Biella una 15ina di studenti coreani o altrettanti biellesi e i nostri professori Andrea Botalla e Alberto Peveraro in Corea - spiega Cesare Molinari - Dall’altro lato, vorremmo aumentare il numero di allievi da inviare in Thailandia, meta con la quale, grazie a ex allievi rimasti a lavorare lì, stiamo coltivando contatti con diverse strutture ricettive. L’idea è quella di offrire ai nostri studenti un’alternanza scuola-lavoro in questi Paesi, da effettuare anche durante l’anno scolastico. E capire se è possibile avere temporaneamente docenti stranieri nel nostro istituto». 

Il raggio d’azione lungo, d’altronde, da tempo contraddistingue gli stage estivi dell’Alberghiero biellese. «Si tratta di un’opportunità che intendiamo dare ai ragazzi per “smuovere” il loro curriculum nell’ottica di fare un’esperienza professionale di tre o quattro mesi in capo al mondo». Un’occasione, quindi, che in realtà prima degli studenti porterà in Oriente, appunto, il preside, deciso a valutare in prima persona aziende e scuole estere.  

Giovanna Boglietti