Menu
Cerca

Il Mercatino degli angeli sale... in carrozza

Il Mercatino degli angeli sale... in carrozza
Altro 11 Novembre 2015 ore 09:15

SORDEVOLO - Oltre 300 richieste di partecipazione da tutto il Nord Italia, per un totale di quasi 1.200 spazi espositivi richiesti. Cinque date in programma. Ventidue casette a disposizione degli standisti. Cinque scuole pronte ad esibirsi nell’ambito della rassegna canora “Angelincoro”. Sarà per via del potere magico del Natale, o forse per la semplice ostinazione dei sordevolesi, fatto sta che, a pochissime settimane dalla chiusura di quell’evento faticosissimo che è stata la Passione di Cristo, fa il suo inchino una nuova edizione del più grande evento a cadenza annuale messo in campo nel suggestivo paese della Valle Elvo. Il Mercatino degli Angeli, giunto quest’anno alla sua quattordicesima edizione, torna infatti a partire dalla prossima domenica, 15 novembre, per cinque fine settimana prenatalizi  (15, 22 e 29 novembre, 6 e 8 dicembre, sempre dalle 10 alle 18). E lo fa ricalcando in parte l’ormai fortunata e collaudata formula delle scorse edizioni, e in parte proponendo novità particolarmente originali. 

A destare curiosità è in particolare un inedito ingresso nel pacchetto di proposte: quello della carrozza trainata dai cavalli, che la macchina organizzativa ha messo in campo per le ultime due giornate (domenica 6 e martedì 8 dicembre, dalle 10 alle 18) allo scopo di condurre i visitatori che lo desidereranno ad ammirare i presepi di Verdobbio. Una novità che promette di fare la gioia anche dei più piccoli, e che andrà ad unirsi alle tante altre iniziative in calendario, presentate ufficialmente sabato dai rappresentanti dell’organizzazione (Andrea Fogliano, Elisabetta Chiappo, Andrea Caprio, Fabrizio Pin e Gianmarco Pidello vari membri per l’Associazione teatro popolare, e al loro fianco il sindaco Riccardo Lunardon e il vicesindaco Andrea Monticone).  Ad allietare le giornate, popolate ciascuna da oltre cento espositori (provenienti anche dal Trentino e dalla Val d’Aosta, regioni con una grande tradizione di mercatini natalizi), sarà ad esempio la musica. Non solo quella proposta dai gruppi musicali che, ad ogni data, allieteranno gli spazi del centro paese, ma anche quella cui daranno vita i bambini delle cinque scuole che prenderanno parte alla rassegna canora “Angelincoro” (vedi box a lato per il calendario). Ma non solo. Nel corso del mercatino si potranno anche acquistare le tazze benefiche a favore di Angsa (Associazione nazionale soggetti autistici), ognuna delle quali darà diritto a una consumazione gratuita nel bar degli angeli.

E ancora, possibilità di visitare gratuitamente, ad ogni data, il Museo della Passione. E poi la presentazione (8 dicembre alle 11) del libro “I Promessi sposi, la Passione ed il gatto che non voleva restare solo”, edito da Lineadaria e incentrato proprio su una storia che - come ha spiegato Elisabetta Chiappo - «parla proprio del nostro paese». E infine, per tutti gli appassionati di arte, la mostra di acquerelli di Giorgio Marinoni. Il tutto a dimostrazione del fato che, pur crescendo, il Mercatino degli angeli ha saputo restare sempre giovane, proponendo ogni anno qualcosa di nuovo.

Veronica Balocco

SORDEVOLO - Oltre 300 richieste di partecipazione da tutto il Nord Italia, per un totale di quasi 1.200 spazi espositivi richiesti. Cinque date in programma. Ventidue casette a disposizione degli standisti. Cinque scuole pronte ad esibirsi nell’ambito della rassegna canora “Angelincoro”. Sarà per via del potere magico del Natale, o forse per la semplice ostinazione dei sordevolesi, fatto sta che, a pochissime settimane dalla chiusura di quell’evento faticosissimo che è stata la Passione di Cristo, fa il suo inchino una nuova edizione del più grande evento a cadenza annuale messo in campo nel suggestivo paese della Valle Elvo. Il Mercatino degli Angeli, giunto quest’anno alla sua quattordicesima edizione, torna infatti a partire dalla prossima domenica, 15 novembre, per cinque fine settimana prenatalizi  (15, 22 e 29 novembre, 6 e 8 dicembre, sempre dalle 10 alle 18). E lo fa ricalcando in parte l’ormai fortunata e collaudata formula delle scorse edizioni, e in parte proponendo novità particolarmente originali. 

A destare curiosità è in particolare un inedito ingresso nel pacchetto di proposte: quello della carrozza trainata dai cavalli, che la macchina organizzativa ha messo in campo per le ultime due giornate (domenica 6 e martedì 8 dicembre, dalle 10 alle 18) allo scopo di condurre i visitatori che lo desidereranno ad ammirare i presepi di Verdobbio. Una novità che promette di fare la gioia anche dei più piccoli, e che andrà ad unirsi alle tante altre iniziative in calendario, presentate ufficialmente sabato dai rappresentanti dell’organizzazione (Andrea Fogliano, Elisabetta Chiappo, Andrea Caprio, Fabrizio Pin e Gianmarco Pidello vari membri per l’Associazione teatro popolare, e al loro fianco il sindaco Riccardo Lunardon e il vicesindaco Andrea Monticone).  Ad allietare le giornate, popolate ciascuna da oltre cento espositori (provenienti anche dal Trentino e dalla Val d’Aosta, regioni con una grande tradizione di mercatini natalizi), sarà ad esempio la musica. Non solo quella proposta dai gruppi musicali che, ad ogni data, allieteranno gli spazi del centro paese, ma anche quella cui daranno vita i bambini delle cinque scuole che prenderanno parte alla rassegna canora “Angelincoro” (vedi box a lato per il calendario). Ma non solo. Nel corso del mercatino si potranno anche acquistare le tazze benefiche a favore di Angsa (Associazione nazionale soggetti autistici), ognuna delle quali darà diritto a una consumazione gratuita nel bar degli angeli.

E ancora, possibilità di visitare gratuitamente, ad ogni data, il Museo della Passione. E poi la presentazione (8 dicembre alle 11) del libro “I Promessi sposi, la Passione ed il gatto che non voleva restare solo”, edito da Lineadaria e incentrato proprio su una storia che - come ha spiegato Elisabetta Chiappo - «parla proprio del nostro paese». E infine, per tutti gli appassionati di arte, la mostra di acquerelli di Giorgio Marinoni. Il tutto a dimostrazione del fato che, pur crescendo, il Mercatino degli angeli ha saputo restare sempre giovane, proponendo ogni anno qualcosa di nuovo.

Veronica Balocco