Il luna park non apre, la commissione di vigilanza non dà l’ok

Il luna park non apre, la commissione di vigilanza non dà l’ok
Altro 16 Maggio 2015 ore 14:01

BIELLA - Non ha aperto ieri il luna park di Città Studi: la commissione di controllo, che deve rilasciare il nulla osta in caso di spettacoli e manifestazioni all'aperto, non ha firmato il via libera dopo il sopralluogo di ieri mattina. «I tecnici hanno controllato gli impianti elettrici provvisori e le attrazioni - spiega l'assessore Stefano La Malfa  - e hanno ravvisato problemi da risolvere, perché siano rispettate le norme di sicurezza. Allo stesso modo non tutti i giostrai erano già presenti in piazza e non è stato quindi possibile verificare una per una licenze e regolarità delle revisioni dei loro giochi». La commissione, che comprende tecnici ed esperti di Comune, vigili del fuoco, Asl, il comandante della polizia municipale e l'assessore, delegato dal sindaco, che la presiede, compirà un secondo sopralluogo questa mattina. «Se dopo le verifiche tutti i lavori richiesti saranno stati eseguiti - dice La Malfa - non ci saranno più ritardi nell'apertura e il luna park potrà accendere le sue attrazioni. Le verifiche interesseranno ogni singola attrazione. È quindi possibile che il luna park apra ma che eventuali giostre non completamente in regola restino ferme fino a che non sarà tutto a posto».

BIELLA - Non ha aperto ieri il luna park di Città Studi: la commissione di controllo, che deve rilasciare il nulla osta in caso di spettacoli e manifestazioni all'aperto, non ha firmato il via libera dopo il sopralluogo di ieri mattina. «I tecnici hanno controllato gli impianti elettrici provvisori e le attrazioni - spiega l'assessore Stefano La Malfa  - e hanno ravvisato problemi da risolvere, perché siano rispettate le norme di sicurezza. Allo stesso modo non tutti i giostrai erano già presenti in piazza e non è stato quindi possibile verificare una per una licenze e regolarità delle revisioni dei loro giochi». La commissione, che comprende tecnici ed esperti di Comune, vigili del fuoco, Asl, il comandante della polizia municipale e l'assessore, delegato dal sindaco, che la presiede, compirà un secondo sopralluogo questa mattina. «Se dopo le verifiche tutti i lavori richiesti saranno stati eseguiti - dice La Malfa - non ci saranno più ritardi nell'apertura e il luna park potrà accendere le sue attrazioni. Le verifiche interesseranno ogni singola attrazione. È quindi possibile che il luna park apra ma che eventuali giostre non completamente in regola restino ferme fino a che non sarà tutto a posto».