Il Comune compra l'ex Curiel

Il Comune compra l'ex Curiel
Altro 30 Marzo 2012 ore 11:33

Cessione della parte frontale del complesso dell’ex macello di via Ivrea alla Regione e conguaglio di un milione di euro per entrare in possesso dell’ex palestra di piazza Curiel, sede individuata dal Comune per ospitare la nuova biblioteca di Biella. La giunta Gentile ha chiuso in questi giorni l’operazione che porta l’ex Curiel nel patrimonio di Biella sbloccando di fatto il trasferimento dell’attuale biblioteca di via Pietro Micca nella nuova struttura.

L’operazione.  I fondi per l’acquisto sono stati trovati nelle pieghe del bilancio. «Abbiamo compiuto una attenta revisione di tutti i mutui che abbiamo ancora in essere - spiega l’assessore alle finanze Gabriele Mello Rella - riuscendo a racimolare una cifra importante che ci ha consentito di procedere all’acquisto dell’ex Curiel». Dunque è tramontata la prima ipotesi che prevedeva l’utilizzo in comodato d’uso gratuito per 99 anni dell’ex palestra.

In cambio.  Il Comune, oltre ai soldi ha ceduto alla Regione Piemonte la parte frontale dell’ex macello di via Ivrea. Lì verrà trasferito l’Ufficio relazioni con il pubblico che la Regione intende realizzare in città. Anche questa operazione ha delle conseguenze sul piano strategico. La giunta Bresso aveva negli anni passati acquistato proprio dal Comune Palazzo Cisterna al Piazzo per trasferirci l’Urp. Questa nuova scelta, di fatto, sconfessa l’operazione. C’è da capire, ora, cosa farà la Regione di Palazzo Cisterna. L’idea pare quella di metterlo in vendita. Dunque un altro gioiello della città potrebbe finire nelle mani dei privati. Sempre che vogliano investire visto che solo per la sistemazione servono almeno cinque milioni di euro. A cui va aggiunto il valore immobiliare del Palazzo storico del Piazzo.
Enzo Panelli