Menu
Cerca

Il centro prelievi da novembre in ospedale

Il centro prelievi da novembre in ospedale
Altro 10 Ottobre 2015 ore 15:59

BIELLA - Le grandi manovre all’Asl di Biella sono partite. E si concretizzeranno nella prima fase a inizio novembre, precisamente il 2, quando il centro prelievi di via Caraccio verrà trasferito all’interno del nuovo ospedale di Ponderano. Dunque una delle storiche attività sanitarie presenti in centro verrà accorpata nella nuova struttura alle porte della città, con una serie di novità importanti, però, per l’utenza, come spiega il direttore generale dell’Asl, Gianni Bonelli. «Con questo spostamento, che si concretizzerà a inizio di novembre, riusciremo a dare un servizio migliore all’utenza. Innanzitutto rispetto all’attuale orario, che quotidianamente verrà allungato di mezz’ora. E poi, su prenotazione, sarà possibile effettuare le analisi del sangue anche nella mattinata del sabato». 

Lo spostamento del centro prelievi all’interno dell’ospedale innescherà un vero e proprio cambio epocale dei servizi territoriali all’interno del Comune di Biella. Perché l’Asl ha diversi servizi dislocati in città in strutture che attualmente affitta. Mentre lo stabile di via Caraccio è di sua proprietà. I vertici dell’Azienda sanitaria locale stanno ragionando proprio in questi giorni per capire come dislocare i vari servizi. Dalle indiscrezioni pare che il servizio psichiatrico, attualmente dislocato in via Campagné verrà spostato in via Caraccio, insieme al Cup, il centro unico delle prenotazioni, attualmente in via Fecia di Cossato. La medicina legale, invece, verrà assorbita all’interno del nuovo ospedale, in ottica di efficentamento degli spazi non ancora utilizzati nella nuova struttura di Ponderano. Il consultorio, invece, verrà spostato nella struttura di via don Sturzo, su cui l’Asl continuerà a puntare anche dopo questa rivoluzione dell’organizzazione dei servizi territoriali. Rimarrà dov’è, ossia in via Delleani, invece, il Sert, nonostante le richieste di trasferimento avanzate da più parti. Gli ambulatori di via Fecia di Cossato saranno invece trasferiti e la struttura svuotata. 

Enzo Panelli

Leggi di più sull’Eco di Biella di sabato 10 ottobre 2015

BIELLA - Le grandi manovre all’Asl di Biella sono partite. E si concretizzeranno nella prima fase a inizio novembre, precisamente il 2, quando il centro prelievi di via Caraccio verrà trasferito all’interno del nuovo ospedale di Ponderano. Dunque una delle storiche attività sanitarie presenti in centro verrà accorpata nella nuova struttura alle porte della città, con una serie di novità importanti, però, per l’utenza, come spiega il direttore generale dell’Asl, Gianni Bonelli. «Con questo spostamento, che si concretizzerà a inizio di novembre, riusciremo a dare un servizio migliore all’utenza. Innanzitutto rispetto all’attuale orario, che quotidianamente verrà allungato di mezz’ora. E poi, su prenotazione, sarà possibile effettuare le analisi del sangue anche nella mattinata del sabato». 

Lo spostamento del centro prelievi all’interno dell’ospedale innescherà un vero e proprio cambio epocale dei servizi territoriali all’interno del Comune di Biella. Perché l’Asl ha diversi servizi dislocati in città in strutture che attualmente affitta. Mentre lo stabile di via Caraccio è di sua proprietà. I vertici dell’Azienda sanitaria locale stanno ragionando proprio in questi giorni per capire come dislocare i vari servizi. Dalle indiscrezioni pare che il servizio psichiatrico, attualmente dislocato in via Campagné verrà spostato in via Caraccio, insieme al Cup, il centro unico delle prenotazioni, attualmente in via Fecia di Cossato. La medicina legale, invece, verrà assorbita all’interno del nuovo ospedale, in ottica di efficentamento degli spazi non ancora utilizzati nella nuova struttura di Ponderano. Il consultorio, invece, verrà spostato nella struttura di via don Sturzo, su cui l’Asl continuerà a puntare anche dopo questa rivoluzione dell’organizzazione dei servizi territoriali. Rimarrà dov’è, ossia in via Delleani, invece, il Sert, nonostante le richieste di trasferimento avanzate da più parti. Gli ambulatori di via Fecia di Cossato saranno invece trasferiti e la struttura svuotata. 

Enzo Panelli

Leggi di più sull’Eco di Biella di sabato 10 ottobre 2015